Salute
L'Oms fa pressione sulla Cina per una nuova missione sul Covid
Keystone-ats
10 mesi fa
Il capo dell'Oms: "Stiamo facendo pressione sulla Cina affinché fornisca un accesso completo e chiediamo ai Paesi di sollevare la questione nei loro incontri bilaterali".

Il capo dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, si è detto, in un'intervista al Financial Times, pronto a inviare una nuova missione di esperti in Cina per scoprire le origini del Covid-19, chiedendo "pieno accesso". "Stiamo facendo pressione sulla Cina affinché fornisca un accesso completo e chiediamo ai Paesi di sollevare la questione nei loro incontri bilaterali (per incoraggiare Pechino) a cooperare", ha dichiarato Ghebreyesus al Financial Times. E ha spiegato che l'Oms ha già chiesto alla Cina "per iscritto" "di fornire informazioni. Siamo pronti a inviare un team se ce lo permettono".

"Tutte le ipotesi rimangono valide"

Un team di specialisti guidati dall'Oms e accompagnati da colleghi cinesi ha indagato in Cina all'inizio del 2021. In un rapporto congiunto, hanno favorito l'ipotesi che il virus, altamente contagioso, sia stato trasmesso all'uomo da un animale che ha fatto da intermediario tra il pipistrello e l'uomo, forse in un mercato della città cinese. Tedros ha poi aggiunto che "tutte le ipotesi rimangono valide" e ha ribadito che l'Oms non ha intenzione di abbandonare la ricerca e ha ripetutamente invitato Pechino "a essere trasparente nella condivisione dei dati, a svolgere le indagini necessarie e a condividere i risultati".

I tag di questo articolo