Italia, turismo a giugno? “Speriamo prima”
Il premier italiano Mario Draghi auspica che la stagione turistica italiana possa iniziare anche prima di giugno
di Keystone-ATS/fsu
Italia, turismo a giugno? “Speriamo prima”
Foto Shutterstock

“La stagione turistica? Manca una data. Massimo Garavaglia (Ministro del turismo, ndr) dice a giugno. Speriamo, magari anche prima, chi lo sa”. Lo ha detto il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi. “Non diamo per abbandonata la stagione turistica, tutt’altro”, ha aggiunto, sottolineando che “la migliore forme di sostegno all’economia sono le aperture”, a condizione che tutto venga fatto in sicurezza. “Penso a un piano di riapertura delle fiere e degli eventi: è il miglior messaggio di fiducia al paese. Stiamo guardando al futuro delle prossime settimane”. “Bisogna procedere rapidamente nel nostro interesse ad avere un certificato vaccinale. Più che preoccuparsi delle complicazioni di carattere etico cominciamo a farlo”, ha detto ancora Draghi a Palazzo Chigi.

Nella giornata di oggi, il ministro del turismo Garavaglia, ospite di una trasmissione tv, ha parlato del 2 giugno come possibile data d’inizio della stagione turistica. Per farlo, però, ha sottolineato la necessità di un certificato che permetta di accogliere i turisti in sicurezza: un Green Pass. Non solo il vaccino permetterebbe di viaggiare, ma anche l’aver già contratto il Covid-19 oppure un tampone negativo. Garavaglia, però, non ha chiarito maggiormente l’idea su cui stanno lavorando le autorità italiane.

  • 1