In Israele c’è la quarta dose
Il primo ministro ha annunciato che partiranno le somministrazioni agli over 60 che hanno ricevuto il richiamo da almeno 4 mesi. Ideato anche un certificato covid temporaneo per chi decide di fare la prima vaccinazione
Redazione
In Israele c’è la quarta dose
Immagine CdT

Gli ultrasessantenni israeliani potranno ricevere la quarta dose del vaccino Pfizer se hanno avuto la terza da almeno quattro mesi. Lo ha annunciato poco fa il premier Naftali Bennett durante una conferenza stampa.

L’intenzione iniziale era di avviare le somministrazioni già una settimana fa, ma vi era stato lo stop del Ministero della salute che aveva autorizzato il secondo richiamo solo alle persone immunodepresse. Questa sera, però, con un annuncio a Tel Aviv, Bennett ha aperto a tutti coloro che hanno compiuto 60 anni e, verosimilmente, anche agli operatori sanitari.

Il certificato provvisorio
Oltre a ciò, il governo israeliano ha deciso di introdurre un certificato Covid temporaneo. Si tratta di un documento con validità 30 giorni che sarà dato a tutti coloro che si sottoporranno alla prima dose di vaccino. Consentirà di accedere a tutti quei luoghi che richiedono la prova di guarigione o vaccinazione.

  • 1