Il governo ungherese sopprime l’ultima radio libera
La Klubradio, molto critica con il regime di Orban, perderà la sua licenza fra qualche mese. Un’analista indipendente: “Un duro colpo contro la pluralità dei media”
di Keystone-ATS
Il governo ungherese sopprime l’ultima radio libera

La Klubradio, l’ultima radio libera dell’Ungheria, perderà la sua licenza tra qualche mese. Lo ha annunciato l’Autorità sui media (Nmhh), un organo del governo di Viktor Orban per regolare l’uso delle frequenze e per controllare i contenuti dei media.

“Ha infranto più volte le regole”, ha motivato la sua decisione la Nmhh, senza precisare come e quando.

La Klubradio, una emittente privata, molto critica con il regime sovranista di Orban, e molto ascoltata, aveva già perso le sue frequenze in provincia, e negli ultimi anni ha trasmesso solo a Budapest.

Secondo Agnes Urban, un analista indipendente dei media, l’annuncio non è altro che un’esecuzione: “Orban fa tacere l’ultima radio libera del Paese”, ha detto. “Un altro colpo contro la pluralità dei media, è in corso la soppressione sistematica dei voci indipendenti”, è il commento di Katalin Cseh europarlamentare liberale.

Nel Consiglio Ue, dal 2018, è in corso per l’Ungheria una procedura per violazioni gravi dei valori dichiarati nel trattato sull’Ue, la procedura dell’articolo 7, fra cui appunto la soppressione della libertà di stampa, ma finora senza alcun risultato.

  • 1