Ginevra di nuovo sede di incontri Russia-Usa
Questa mattina sono iniziati colloqui fra i numeri due delle diplomazie di Mosca e Washington. Sullo sfondo le tensioni al confine russo-ucraino e il ruolo della Nato nella regione
di Keystone-ATS/daco
Ginevra di nuovo sede di incontri Russia-Usa
Immagine Shutterstock

Ginevra torna a essere la sede di incontri diplomatici fra Russia e Stati Uniti. I colloqui tra russi e americani sono cominciati stamane, tra i timori di un’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. L’incontro è iniziato alle 08.55, ha annunciato una nota della Missione Usa presso le Nazioni Unite.

I viceministri degli esteri dei due paesi - il vicesegretario di Stato Wendy Sherman e il viceministro russo Sergei Riabkov, capi delle due delegazioni, hanno avuto un primo incontro ieri sera.

“Libertà delle nazioni di scegliere le proprie alleanze”
“Il Vice segretario di Stato e il Vice Ministro degli Esteri hanno discusso gli argomenti bilaterali che entrambe le parti affronteranno durante la riunione straordinaria del Dialogo per la stabilità strategica (SSD) del 10 gennaio”, aveva precisato una nota della Rappresentanza Usa. Il vicesegretario di Stato Wendy Sherman - aggiungeva la nota - ha sottolineato “l’impegno degli Stati Uniti nei confronti dei principi internazionali di sovranità, integrità territoriale e libertà delle nazioni sovrane di scegliere le proprie alleanze. Il vicesegretario ha affermato che gli Stati Uniti apprezzerebbero un reale progresso attraverso la diplomazia”.

“La Nato torni alle frontiere del 1997”
Il rappresentante del Cremlino Riabkov, prima dell’incontro con gli americani, ha invece dichiarato: “La Nato non riuscirà a confinare la Russia in ruoli di secondo piano nella politica europea e internazionale: è tempo per l’Alleanza di tornare alle proprie frontiere del 1997”. A eccezione della Germania Est, entrata nella Nato con la Riunificazione del 1990, i primi Stati dell’ex blocco comunista dell’Europa orientale sono entrati nell’Alleanza Atlantica nel 1999 (Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria), ma negli anni successivi buona parte degli altri Stati della regione hanno aderito alla Nato.

Discussioni Nato-Kiev
Nel contempo si stanno svolgendo degli incontri fra Nato e governo ucraino. Nel corso del punto stampa con la vice prima ministra per l’integrazione europea ed euro-atlantica dell’Ucraina, il segretario generale dell’Alleanza Stoltenberg ha affermato: “L’aumento delle forze russe ai confini dell’Ucraina, compresi i mezzi pesanti, continua. L’incontro di oggi della commissione Nato-Ucraina è un’ottima occasione per ribadire alla Russia che, se sceglie la strada del confronto, ci saranno alti costi politici ed economici”.

  • 1