Estero
Dopo 22 anni trovato il corpo di un alpinista scomparso in Perù
Polizia nazionale del Perù
Polizia nazionale del Perù
Keystone-ats
10 giorni fa
Gli alpinisti stavano scendendo dalla montagna nella Cordillera Blanca del Perù dopo aver provato invano a raggiungere la sua cima, quando hanno trovato il corpo dell'uomo.

Il corpo dell'alpinista americano Bill Stampfl, disperso da 22 anni in seguito a una valanga sulle Ande peruviane, è stato ritrovato dai due compagni di cordata statunitensi Ryan Cooper e Wesley Waren il 27 giugno sul Monte Huascaran: lo ha riferito Joseph Stampfl, figlio della vittima. Gli alpinisti stavano scendendo dalla montagna nella Cordillera Blanca del Perù dopo aver provato invano a raggiungere la sua cima, quando hanno trovato il corpo dell'uomo.

Notato un oggetto strano

Cooper ha detto alla Cnn di aver notato un oggetto che non si confondeva con il paesaggio, decidendo di indagare e scoprendo che il ghiaccio aveva conservato intatti il corpo e gli effetti personali di Stampfl, trovato con la fede nuziale, il casco, gli scarponi da montagna e la giacca. L'identificazione della vittima è stata resa possibile dalla borsa attaccata al corpo di Stampfl e all'interno della quale sono stati trovati la sua carta d'identità, una macchina fotografica, il passaporto, il portafoglio e gli occhiali, anche questi tutti intatti. "Qualcuno lo amava e qualcuno voleva che tornasse a casa", ha affermato Cooper. "Non appena ho scoperto che si trattava di un alpinista americano, ho capito che avevamo la responsabilità di rintracciare la famiglia e dare loro la notizia", ha aggiunto. Stampfl e due suoi compagni di cordata e amici, Steve Erskine e Matthew Richardson, sono stati uccisi da una valanga sul Monte Huascaran il 24 giugno 2002, secondo quanto detto alla Cnn dalla figlia Jennifer Stampfl. I loro corpi non sono mai stati ritrovati, tranne quello di Erskine, e al tempo dell'incidente Stampfl aveva 58 anni.