Andrew Cuomo nella bufera, rischia l’impeachment
Molti democratici nello Stato di New York, il più colpito dalla pandemia, chiedono che sia avviata un’indagine sui numeri reali dei morti per il virus nelle case di cura
di Keystone-ATS/MMINO
Andrew Cuomo nella bufera, rischia l’impeachment
Foto Shutterstock

Il ‘governatore modello’ Andrew Cuomo rischia l’impeachment. Acerrimo nemico di Donald Trump salito alle cronache come il volto buono e sincero nella battaglia contro il Covid, il governatore dello Stato di New York è ora nella bufera per aver nascosto i numeri reali sulle morti per il virus nelle case di cura. Molti democratici nello Stato di New York, il più colpito dalla pandemia, chiedono che sia avviata un’indagine, altri spingono affinché gli vengano strappati i suoi poteri speciali. I repubblicani si spingono anche oltre e ne chiedono la messa in stato di accusa, o le dimissioni.

Cuomo per il momento tace
Per il momento Cuomo tace di fronte alla valanga di critiche, resa ancora più pesante dal fatto che durante il picco della pandemia il governatore è stato innalzato su un piedistallo. I suoi briefing quotidiani gli sono valsi un Emmy, la sua schiettezza lo ha proiettato sulla scena nazionale come il governatore modello da seguire, la sua animosità contro Trump ha fatto sognare molti su un suo possibile incarico nell’amministrazione Biden come ministro della Giustizia in grado di perseguire l’ex presidente.

Macchia difficile da cancellare
Le ambizioni politiche di Cuomo si scontrano però con una realtà ora dura: la macchia del reale numero dei decessi nelle case di cura non sarà facile da cancellare nel breve periodo, soprattutto in vista delle elezioni del 2022, quando sarebbe intenzionato a ripresentarsi come governatore di New York. Lo scandalo è scoppiato in seguito all’ammissione di una delle sue più strette collaboratrici. Melissa DeRosa nel corso di una conversazione telefonica con altri democratici ha ammesso che i dati sulle morti per Covid nelle case di cura sono stati nascosti per “paura che fossero usati contro” l’amministrazione Cuomo e i democratici.

“Numeri nascosti per paura”
Un’ammissione pesante che certifica le indiscrezioni, sminuite e smentite ripetutamente, su un insabbiamento dei numeri reali dei morti. Nelle scorse settimane a mettere in difficoltà Cuomo era stato il rapporto del procuratore di New York, Letitia James, che per la prima volta aveva ufficialmente parlato in un rapporto di un numero di morti nelle case di cura sottostimato fino al 50%. Fra non poche polemiche Cuomo e lo stato di New York avevano ritoccato al rialzo del 40% il numero dei decessi. Proprio quando le polemiche iniziavano a placarsi per Cuomo è arrivata la nuova bomba, con l’ammissione dei numeri nascosti per paura di un’indagine federale.

Ora il governatore trema vedendo in pericolo la sua carriera e intravedendo per se stesso quel possibile impeachment che per mesi ha chiesto contro Trump.

  • 1