11 settembre, a 20 anni dall’attentato
Joe Biden si è espresso tramite un videomessaggio di oltre 6 minuti: «L’unità è la nostra forza maggiore»
di Keystone-ATS/Redazione
11 settembre, a 20 anni dall’attentato
foto Shutterstock

11 settembre 2001. Sono passati esattamente 20 anni dall’attacco alle Torri gemelle di New York che ha inevitabilmente cambiato il corso della storia recente. Oggi il mondo ricorda e celebra le 2’997 vittime degli attentati.

«Nei giorni successivi all’11 settembre abbiamo visto qualcosa di molto raro: un vero senso di unità nazionale», ha affermato Joe Biden in un videomessaggio di 6 minuti e 23 secondi. «Abbiamo visto come l’unità è una di quelle cose che va mai distrutta. L’unità è quella che ci rende l’America al meglio. E questa per me è la lezione più importante dell’11 settembre. L’unità è - ha affermato Biden - la nostra forza maggiore: non vuol dire che dobbiamo credere tutti nella stessa cosa ma che dobbiamo avere rispetto gli uni degli altri e per questo Paese».

«Gli orribili attacchi dell’11 settembre 20 anni fa hanno cambiato il corso della storia». Così su Twitter il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. «Ricordiamo le vittime e il nobile sacrificio di tanti soccorritori e operatori umanitari - precisa Michel -. L’Ue sta dalla parte degli Stati Uniti e del loro presidente nella continua lotta al terrorismo e all’estremismo in tutte le sue forme».

«L’11 settembre ricordiamo coloro che hanno perso la vita e onoriamo coloro che hanno rischiato tutto per aiutarli». Così si è espressa su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. «Anche nei momenti più bui e difficili, il meglio della natura umana può trasparire - aggiunge -. L’Ue è al fianco degli Usa nella difesa della libertà e della compassione contro l’odio».

  • 1