Presidente CS vìola quarantena, arriva Ermotti?
Il Credit Suisse non sembra riporre più fiducia nel presidente del suo CdA António Horta-Osório, che ha infranto, reo confesso, l’obbligo di quarantena in entrata dal Regno Unito. Ora starebbe guardando proprio al ticinese quale suo successore
di daco
Presidente CS vìola quarantena, arriva Ermotti?
© CdT/Gabriele Putzu

Da Ubs al Credit Suisse? È questo il percorso che presto potrebbe essere chiamato a fare Sergio Ermotti. L’ex Ceo di Ubs, attualmente alla testa del CdA dell’assicuratore Swiss Re, potrebbe essere convocato dal Consiglio di amministrazione di Credit Suisse con il mandato di assumerne la presidenza.

Quarantena non rispettata
È quanto riferisce il portale della piazza finanziaria svizzera e zurighese finews.ch, secondo il quale negli ambienti vicini al secondo istituto bancario del Paese si starebbe facendo il nome del ticinese quale sostituto del portoghese António Horta-Osório. Il presidente iberico del CdA di Credit Suisse, infatti, chiamato dalla banca solo lo scorso aprile per migliorarne la reputazione compromessa da scandali e passi falsi, si è ironicamente trovato lui stesso in una situazione imbarazzante: secondo un’inchiesta pubblicata mercoledì dal Blick, Horta-Osório avrebbe violato le disposizioni in vigore in Svizzera per contrastare la diffusione della variante Omicron. In particolare il dirigente, tornato dal Regno Unito il 28 novembre, ha lasciato la Svizzera pochi giorni dopo in direzione della Penisola iberica, violando così l’obbligo di quarantena preventiva fissato dalla Confederazione.

“Intenzionale”
Horta-Osório ha ammesso le proprie responsabilità, affermando in una nota trasmessa all’agenzia Awp di aver “involontariamente violato le regole di quarantena della Svizzera”. “Mi rammarico profondamente di questo errore. Mi scuso per questo e farò in modo che non si ripeta”, ha aggiunto.

Poco credibile
Stando però a quanto riferiscono Blick e finews, pochi sembrano credere, soprattutto all’interno di Credit Suisse, che l’attuale numero uno della banca non sapesse di violare la quarantena ordinata dalla Confederazione. Un fatto ancor più grave e che sembra destinato a incidere presto la parola “fine” sulla presidenza Horta-Osório.

Reputazione ed esperienza
È in questo contesto che nella piazza finanziaria zurighese si starebbe facendo il nome di Ermotti quale successore del portoghese. Il ticinese della Collina d’Oro assumerebbe la carica di presidente del CdA di Credit Suisse, affiancandola a quella che già detiene, a tempo parziale, di presidente di Swiss Re. Secondo finews, Ermotti gode di una buona reputazione, primo capitale cercato dalla grande banca, e di una sicura esperienza riconosciuta nel settore. Inoltre, i rapporti fra Credit Suisse e Swiss Re sarebbero sempre stati molto stretti.

  • 1