Economia
Orologi di lusso, export in crescita
Foto Tatiana Scolari
Foto Tatiana Scolari
21 giorni fa
Anche in Ucraina e Russia gli esemplari d’alta gamma costituiscono dei beni rifugio particolarmente apprezzati

Il forte aumento dell’export di orologi svizzeri è legato al segmento del lusso, con i segnatempo che in molti paesi stanno diventando un valore rifugio, a partire dall’Ucraina e dalla Russia: lo afferma l’imprenditore neocastellano Thomas Baillod, specialista del ramo.

Esportazioni dell’orologeria d’alta gamma in crescita, malgrado tutto
Malgrado le crisi internazionali le esportazioni di orologi elvetici sono fortemente aumentate nel primo semestre, ma secondo l’esperto bisogna leggere bene le cifre: a tirare è il settore d’alta gamma, che rappresenta solo il 10% in volume, ma il 70% in valore, spiega alla radio romanda RTS. “Bisogna quindi guardare all’intera industria, perché la gente non ha solo orologi di lusso”. Per vivere il settore non può puntare solo sui cronometri più cari. “Per accedere all’ultimo scalino bisogna avere affrontato quelli precedenti”, mette in guardia il fondatore del marchio BA111OD.

Orologi d’alta gamma, un valore rifugio
“Gli orologi di alta gamma sono un valore rifugio”, prosegue l’intervistato. “Se c’è un’unica cosa che accomuna attualmente ucraini e russi è che entrambi hanno fatto ricorso a questo bene, vista la crisi che si annuncia nei due paesi”.

“Si tratta di un oggetto piccolo, che sta al polso, che si può portare con sé, ha un forte valore aggiunto e soprattutto - aspetto fondamentale - ha un valore di rivendita che è molto elevato”, osserva Baillod. “Con il tempo l’orologio guadagnerà di valore, mentre per la gran parte degli altri beni succederà il contrario, vista l’inflazione”. Questi movimenti sono però anche speculativi e vanno solo a beneficio dell’alta gamma, conclude l’imprenditore.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata