Le Borse stanno dando segni di ripresa
Aperture positive per le Borse europee e buone chiusure per quelle asiatiche
di Keystone-ATS
Le Borse stanno dando segni di ripresa
Foto di Chiara Zocchetti

Sia in Europa che in Asia le borse stanno dando in primi segni di ripresa. Le principali Borse asiatiche sono in rialzo, dopo l'ultima seduta in negativo, con un volume di scambi dell'85%, sopra la media mensile, dopo il calo avvenuto col rinnovarsi delle tensioni tra Usa e Cina, per le politiche su Hong Kong. Apertura positiva anche per le principali Borse europee, in scia a quelle asiatiche.

In Europa la migliore è Madrid (+1,8%) con Londra, che in avvio di seduta cresce dell'1,5%. Apertura in rialzo anche per la Borsa di Milano (+1,3%), mentre Parigi ha aperto negativa (-0,7%), per girare in breve in positivo (+1,5%). In Svizzera, Germania e Austria le borse sono chiuse per la festività di Pentecoste.

La Borsa di Tokyo termina la prima seduta della settimana ai massimi in 3 mesi in coincidenza del primo giorno ufficiale di riapertura delle attività commerciali in Giappone e nella capitale Tokyo, e le aspettative di una progressiva ripresa dell'economia.

ll Nikkei avanza dello 0,84%, a quota 22.062,39 aggiungendo 184 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si svaluta a un valore di 107,10 sul dollaro, e sull'euro a un livello di 118,80

Sempre in Giappone Apple è pronta a riaprire il più grande store da mezzogiorno di mercoledì, nel frattempo, i fallimenti nella nazione sono aumentati mentre le vendite di veicoli sono crollate. A Wuhan sembra riuscita l'impresa di interrompere la trasmissione del coronavirus da asintomatici, con le autorità che affermano che domenica non hanno trovato nuovi casi di contagi “silenziosi".

Le Borse cinesi terminano la seduta con solidi rialzi, malgrado l'annuncio di venerdì del presidente Donald Trump sulla revoca dello status speciale di Hong Kong nei rapporti con gli Usa: l'indice Composite di Shanghai sale del 2,21%, a 2.915,43 punti, mentre quello di Shenzhen del 3,16%, a quota 1.842,95.

Trump non ha precisato le sanzioni per la nuova legge sulla sicurezza nazionale imposta dalla Cina sulla città che avrebbero colpito Pechino. In più, l'indice Caixin Pmi manifatturiero ha segnato a maggio un rialzo a 50,7, rispetto a 49,4 di aprile e alle attese dei mercati di 49,6.

  • 1