L’oro vola sopra i 1’800 dollari, non accadeva dal 2011
Il bene rifugio per eccellenza è stato avvalorato dalla crisi del coronavirus e dai tassi particolarmente bassi
Redazione
L’oro vola sopra i 1’800 dollari, non accadeva dal 2011
Foto Shutterstock

L’oro in volata sfonda quota 1800 dollari l’oncia per la prima volta dal 2011. La volata dell’oro ai massimi degli ultimi otto anni è legata ai bassi tassi di interesse e all’aumento dei casi di coronavirus che hanno innescato la corsa al bene rifugio per eccellenza. Il metallo prezioso si avvia verso il miglior trimestre dal 2016 con gli aiuti economici della Fed e delle altre banche centrali, le tensioni fra Stati Uniti e Cina e l’impatto economico del coronavirus.

“I 1.800 dollari sono una soglia psicologica. I tassi bassi, le politiche monetarie e il coronavirus pesano”, affermano alcuni analisti. Nel settembre 2011 le quotazioni dell’oro avevano raggiunto il massimo storico a 1.923,70 dollari.

  • 1