Economiesuisse “soddisfatta nonostante il ritardo”
Una scelta giustificata. È così che l’organizzazione descrive la decisione di Berna: la situazione attuale “permette di osare tali allentamenti delle misure”
di Keystone-ATS
Economiesuisse “soddisfatta nonostante il ritardo”
© CdT/ Chiara Zocchetti

Economiesuisse accoglie favorevolmente le riaperture annunciate oggi dal Consiglio federale nel quadro della lotta alla pandemia. L’abolizione del divieto di esercizio per i ristoranti con terrazze e giardini arriva comunque in ritardo, fa notare l’organizzazione. Il fatto che anche le istituzioni culturali e i centri sportivi potranno riaprire è un ulteriore segnale positivo, recita una nota. Economiesuisse gradisce inoltre il ritorno degli eventi con il pubblico, pur se un limite massimo è stato fissato a 100 persone.

Il passo fatto oggi è più che giustificato, si motiva nel comunicato. L’aumento della copertura vaccinale dei gruppi di popolazione vulnerabili, i concetti di protezione consolidati e il rispetto delle norme igieniche individuali permettono di osare tali allentamenti delle misure anti-coronavirus. Ora è importante che l’offensiva a livello di test prenda slancio in ogni Cantone, scrive ancora Economiesuisse. Così facendo, nuove riaperture saranno infatti presto possibili.

  • 1