Dow cancella 118 posti di lavoro a Horgen
L’azienda, attiva nella scienza dei materiali, sposterà soprattutto il settore della ricerca e sviluppo, a molti dipendenti sarà offerto il trasferimento
di Keystone-ATS
Dow cancella 118 posti di lavoro a Horgen
Foto Shutterstock

Il produttore chimico americano Dow cancella più di 100 posti di lavoro nella sua sede europea di Horgen (ZH). I tagli fanno parte delle misure di risparmio che l’azienda aveva già annunciato in estate. La maggior parte della ricerca e dello sviluppo dell’azienda in Svizzera sarà soppressa. A Horgen sul lago di Zurigo, sede centrale del Gruppo per l’Europa, il Medio Oriente, l’Africa e l’India, Dow impiega attualmente circa 400 dipendenti.

“Lunedì abbiamo confermato ai nostri dipendenti che 118 posti potrebbero essere interessati”, ha detto una portavoce all’agenzia finanziaria Awp, confermando un’informazione dei giornali di Tamedia online. La maggior parte delle attività di ricerca e sviluppo con sede a Horgen sarà interrotta. Secondo l’articolo di Tamedia, che si basa su diverse fonti, il laboratorio è stato modernizzato negli ultimi anni con un costo di diversi milioni di franchi. La portavoce ha detto che il futuro dell’edificio che ospita il laboratorio è oggetto di ulteriore esame.

Gran parte dei posti di lavoro persi - ha detto la portavoce - sarà trasferita in altre sedi in Europa entro la fine del prossimo anno. “A molti dipendenti verrà offerto il trasferimento in un’altra sede Dow”. A coloro che non intendono trasferirsi l’azienda offre un “sostegno individuale”, ha detto la portavoce. A luglio, Dow ha annunciato di voler risparmiare circa il 6% dei costi del personale. Nel secondo trimestre il gruppo ha registrato un calo netto del 24% del giro d’affari su un anno, a causa della pandemia che peserà “drammaticamente” sui risultati dell’esercizio in corso.

Dow è attiva nel settore della scienza di materiali: conta 109 stabilimenti in 31 Paesi e impiega quasi 36’500 persone in tutto il mondo. Nel 2019 il suo fatturato ha raggiunto i 43 miliardi di dollari (38,9 miliardi di franchi).

  • 1