Image
Misure, cosa cambia dal 20 dicembre
Entrano in vigore nuove regole per contrastare (si spera) la nuova ondata. Omicron spaventa e nel resto dell’Europa si comincia a chiudere
di MMINO

Da oggi, lunedì 20 dicembre, le misure anti-Covid cambiano di nuovo. Il Consiglio federale ha comunicato venerdì pomeriggio la linea che ha deciso di seguire per far fronte ai contagi e alla nuova ondata di Omicron che spaventa anche i nostri esperti. Tutti concordano su una cosa: oltre alle decisioni del Governo è bene rispettare sempre le regole di base quali igiene delle mani, distanza e utilizzo della mascherina. Ma insomma, dal 2G e 2G+, alle limitazioni per gli eventi, all’obbligo del telelavoro, le misure sono tante e a volte anche complesse. Anche il sistema e il costo dei test sono cambiati: dal 18 dicembre infatti la Confederazione assume i costi di una parte dei test anti-Covid. Ma, cerchiamo di fare chiarezza per togliere gli ultimi dubbi.

Quali sono le regole da rispettare nei ristoranti, nei luoghi chiusi accessibili al pubblico delle strutture sportive, culturali, del tempo libero e dello svago nonché alle manifestazioni?
Il certificato 2G è obbligatorio: in altre parole, l’accesso è limitato alle persone provviste di un certificato Covid attestante la vaccinazione completa o la guarigione. Per ridurre il rischio di trasmissione del virus da parte di persone vaccinate e guarite è inoltre obbligatorio portare la mascherina; nei ristoranti, è obbligatorio stare seduti durante la consumazione. La mascherina ovviamente può sempre essere tolta per la consumazione al proprio posto a sedere (p. es. allo stadio, al cinema, al teatro).

Vige il 3G o il 2G anche nei negozi?
Nei negozi resta soltanto l’obbligo di portare la mascherina.

Quali regole vigono per le manifestazioni private nei luoghi chiusi?
Se è presente almeno una persona non vaccinata o non guarita che ha 16 anni o più, le riunioni devono essere limitate a dieci persone. I bambini e i giovani fino a 16 anni sono contati nel numero di persone presenti. Le riunioni private fino a 30 persone vaccinate e guarite e i bambini fino a 16 anni sono ancora ammessi.

In quali situazioni è possibile non portare la mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico?
Nei luoghi chiusi è sempre obbligatorio portare la mascherina. Sono previste deroghe per certe attività sportive e culturali non professionali, durante le quali non è possibile portare la mascherina. Ciò riguarda ad esempio le discoteche, le sale da ballo e i bar o alcune attività, come le prove della banda o il nuoto. Nei settori nei quali non è possibile portare la mascherina e stare seduti durante la consumazione, si applica la cosiddetta regola 2G+: in altre parole sono ammesse solo le persone provviste sia di un certificato di vaccinazione o guarigione sia di un certificato di test valido.

È prevista una deroga alla regola 2G+ per le persone vaccinate o guarite di recente?
Le persone la cui vaccinazione completa, la vaccinazione di richiamo (3a dose) o la guarigione ha meno di 4 mesi sono esentate dal certificato di prova supplementare.

Quali sono le regole da rispettare nei centri fitness?
Si applica la regola 2G con l’obbligo della mascherina. Se lo desidera, il gestore del centro fitness può imporre la regola 2G+. In tal caso non è più obbligatorio portare la mascherina.

Come faccio ad attestare il risultato negativo del test per accedere a un luogo interno in caso di regola 2G+?
Mediante un certificato di test.

Quali sono le regole da rispettare se mi ritrovo con alcuni amici in un luogo chiuso per un’attività sportiva, ad esempio calcio indoor, ballo o hockey su ghiaccio, o per un’attività culturale, ad esempio le prove di una compagnia di teatro o di un gruppo musicale?
Come per tutti i luoghi chiusi, si applica la regola 2G: l’accesso ai luoghi chiusi accessibili al pubblico è limitato alle persone vaccinate e guarite. È obbligatorio portare la mascherina. Se non è possibile portare la mascherina, si applica la regola 2G+: le persone provviste di un certificato Covid attestante la guarigione o la vaccinazione completa devono presentare anche un certificato di test.

Non posso farmi vaccinare per motivi medici. Sono escluso dagli eventi 2G?
Le persone che non possono farsi vaccinare per motivi medici e presentano un certificato medico non vengono escluse dalla vita sociale. Possono accedere alle strutture e alle manifestazioni per le quali vige il 2G o il 2G+ presentando il certificato medico e un certificato di test. Devono inoltre portare la mascherina, se possibile. Per le pochissime persone che, per motivi medici, non possono farsi vaccinare né testare, già da novembre vi è la possibilità di ottenere, con un certificato medico corrispondente, l’accesso alle strutture e alle manifestazioni per le quali vige l’obbligo del certificato. Questa possibilità resta valida.

Quali sono le regole da rispettare per chi desidera bere qualcosa al bar di un ristorante o di una discoteca?
L’accesso ai luoghi chiusi di ristoranti, bar e club è limitato alle persone vaccinate o guarite (2G). Nei luoghi chiusi non è consentito bere o mangiare in piedi. Per la consumazione bisogna stare seduti. Quando ci si alza dal tavolo in un luogo chiuso di un ristorante è obbligatorio portare la mascherina. Queste restrizioni non si applicano ai ristoranti che limitano l’accesso, per le persone a partire dai 16 anni, ai titolari di un certificato di vaccinazione o guarigione in grado di presentare anche un certificato di test. Le discoteche e le sale da ballo devono limitare l’accesso alle persone provviste sia di un certificato di vaccinazione o guarigione sia di un certificato di test (2G+). Devono inoltre registrare i dati di contatto degli ospiti, ma non vige però l’obbligo della mascherina né di stare seduti.

Quali sono le regole da rispettare nei mercatini di Natale?
Nei mercatini di Natale all’aperto, le misure di protezione sono definite dagli organizzatori in collaborazione con le autorità. A seconda del mercatino, l’accesso è limitato alle persone munite di certificato (di norma 3G) e, se del caso, è obbligatorio portare la mascherina.

Quali regole vigono per i comprensori sciistici?
Sulle sciovie e le seggiovie non vige l’obbligo della mascherina; è obbligatorio portare la mascherina nei luoghi chiusi e sui mezzi di trasporto chiusi, come le funivie e le cabinovie. I gestori possono estendere l’obbligo della mascherina a determinate aree esterne, ad esempio alle aree di attesa. L’accesso ai luoghi chiusi dei ristoranti è limitato alle persone vaccinate e guarite munite di certificato.

Inoltre, anche le regole di entrata sono cambiate. Tutte le persone che entrano in Svizzera devono compilare il modulo di entrata (Swiss PLF) su cui indicano i loro dati di contatto. Grazie ai dati di contatto, i Cantoni possono inoltre controllare se le persone che entrano in Svizzera hanno fatto i test prescritti. Inoltre, è fondamentale presentare un test negativo: vengono accettati test PCR eseguiti non più di 72 ore prima e test antigenici rapidi eseguiti non più di 24 ore prima. Per le persone vaccinate o guarite non è più necessario un secondo test tra il quarto e il settimo giorno dopo l’arrivo in Svizzera. L’obbligo del secondo test è invece mantenuto per le persone non vaccinate o non guarite. Il risultato del test deve essere comunicato al Cantone. I risultati dei test negativi devono essere comprovati da un certificato Covid.

Ultime Notizie: Decoder
  • 1
  • 2
    Decoder
    Nel nostro Cantone sono arrivate circa 450 persone in fuga dall’Ucraina. Il Governo ha presentato il piano cantonale di accoglienza dei profughi, tenendo conto anche del percorso scolastico. Gobbi: “Fondamentale registrarsi a Chiasso per chiedere lo statuto S”
    Di MMINO
  • 3
    Decoder
    Quali armi sono impiegate sul campo di battaglia in Ucraina? Se i russi si affidano a missili a lungo raggio, l’esercito ucraino risponde con le più nuove tecnologie anticarro
    La Redazione
  • 4
    Decoder
    Sono due i seggi non permanenti che si liberano all’interno del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, uno dei quali di interesse della Confederazione, che sta lavorando a questa candidatura da più di dieci anni. Non si è però fatta attendere una mozione inoltrata dall’Udc al Nazionale, che ne chiedeva il ritiro in favore della neutralità. La mozione è stata tuttavia respinta
    Di GinB
  • 5
    Decoder
    Sono esplosi i download di vpn in Russia, dopo che il Cremlino ha bloccato Facebook, Instagram e Twitter. Ma cosa sono le reti virtuali private? Cosa si rischia usandole? E cos’è il progetto russo per un’internet sovrana?
    Di fsu
  • 6
    Decoder
    Le principali manovre militari e diplomatiche di un’altra caotica giornata di conflitto riassunte nel decoder curato dai colleghi di Teleticino
    Di aram
  • 7
    Decoder
    Riassunto delle principali manovre militari e diplomatiche di questa caotica giornata che riporta la guerra nel Vecchio Continente
    Di daco
  • 8
    Decoder
    La biodiversità urbana è in pericolo, l’allarme viene lanciato dai ricercatori del WSL. Moretti: “C’è necessità di avere una migliore regolamentazione e un dialogo tra le parti”
    Di MMINO
  • 9
    Decoder
    A seguito degli importanti allentamenti annunciati ieri dal Consiglio federale, ripercorriamo assieme le principali tappe che hanno cambiato radicalmente le nostre abitudini, fino a poco tempo fa date per scontate
    Di Keystone-ATS/GinB
  • 10
    Decoder
    Le notizie sulle tensioni al confine con l’Ucraina si susseguono e c’è chi indica mercoledì prossimo come possibile data per un’invasione russa. Abbiamo provato a riassumere cause, strategie e conseguenze di un possibile conflitto militare oltre che diplomatico
    Di daco
  • 1