Marko Antunovic - Il Covid ce lo dice, è ora di cambiare
Candidato al Municipio di Locarno
Redazione
Marko Antunovic - Il Covid ce lo dice, è ora di cambiare

Una crisi mondiale come quella causata dalla pandemia, a livello sanitario ed anche sociale non potrà passare inosservata. Non dobbiamo illuderci: dopo il Covid, e chissà quando sarà questo dopo, non tornerà tutto come prima.

A una prima analisi si dovrebbe affermare che i mesi di chiusure e di distanze dovrebbero aver mostrato al mondo quali sono i valori che davvero contano, quelli che ho sempre portato avanti come rappresentante dei Verdi del Locarnese: la centralità del ruolo dell’uomo in ogni aspetto della vita, l’importanza delle relazioni umane intese in ambito familiare, di comunità ed anche professionale, la presa di coscienza di quanto ogni azione influisce su tutto il contorno.

Il mio augurio è che davvero si possano riscoprire questi valori. Non ignoro però che anche a livello economico, finanziario e di tessuto sociale non si tornerà indietro. In molti soffriranno le conseguenze a lungo termine del Coronavirus. Siamo pronti a vederle? Per esempio, nel 2006, Global Risk Report già indicava come rischio a lungo termine le influenze letali la cui diffusione sarebbe stata facilitata proprio dall’intensificarsi dei viaggi per il mondo, ma non abbiamo fatto nulla.

Questo ci indica che dobbiamo guardare al futuro e non ignorare i segnali, come invece è stato fatto. Come Verdi di Locarno da tempo vogliamo un’economia che sia diversa, basata su una sostenibilità che non sia solo economica bensì anche ambientale. I costi delle materie prime che stanno aumentando, la difficoltà a reperire ciò che serve e che non si ha in casa sono spie d’allarme che fanno pensare che la situazione non potrà che deteriorarsi.

È tempo di pensare a una nuova economia, in cui la crescita economica sia sinonimo anche di sostenibilità e di programmi di sviluppo. Bisogna muoversi secondo i principi di cooperazione internazionale, di collaborazione ed anche di coesione sociale. Dobbiamo capire che per poter vedere il mondo, e di conseguenza anche il locale, crescere, è ora di impegnarsi per ridurre le disuguaglianze sociali, ad ogni livello, dal miglioramento della salute e al benessere di un pianeta troppo spesso maltrattato.

Creare ora un sistema che sappia resistere a futuri shock come è stato il Coronavirus è indispensabile e va fatto ora.

Marko Antunovic, Verdi di Locarno

  • 1