Tassa di circolazione: deciderà il popolo
Sì del parlamento al rapporto di minoranza di Verdi e PS, no a quello di maggioranza. I ticinesi saranno chiamati alle urne
di sca
Tassa di circolazione: deciderà il popolo
Immagine CdT/Chiara Zocchetti

Toccherà al popolo decidere. Con 59 voti favorevoli, 3 contrari e 23 astenuti il Gran Consiglio ha approvato il rapporto di minoranza targato Verdi e PS che propone un controprogetto all’iniziativa lanciata nel 2017 dal PPD.

Una decisione arrivata dopo la bocciatura del rapporto di maggioranza con 44 voti contrari e 41 favorevoli. Scartata anche la ricetta del PLR e in parlamento è così iniziata la discussione sul rapporto di minoranza dell’area rossoverde. Rapporto che ha trovato il sostegno di Lega, PPD e UDC, dopo aver approvato l’emendamento dell’MpS.I ticinesi saranno quindi chiamati a decidere tra iniziativa e controprogetto.

Ricordiamo che l’iniziativa del PPD chiede di rivalutare il calcolo dell’imposta di circolazione tenendo in considerazione unicamente le emissioni di CO2 e di plafonare gli introiti della tassa a 80 milioni. Il controprogetto di Verdi e PS, invece, oltre alle emissioni di anidride carbonica, chiede di considerare anche la massa e la potenza dei veicoli, oltre a mettere un tetto massimo agli introiti fiscali -dopo l’emendamento- a 92 milioni.

  • 1