Prima auto elettrica per la Polizia cantonale
Le forze dell’ordine useranno in prova un primo modello ecologico di volante per il pattugliamento stradale, con una serie di funzioni ad hoc
di MJ
Prima auto elettrica per la Polizia cantonale
Foto Dipartimento delle Istituzioni
Prima auto elettrica per la Polizia cantonale
Foto Dipartimento delle Istituzioni

La Polizia cantonale ha ricevuto oggi, presso il Comando del Corpo di Bellinzona, il suo primo modello di auto elettrica, alla presenza di Norman Gobbi, Claudio Zali e Matteo Cocchi. Lo comunica il Dipartimento delle istituzioni. “Negli ultimi decenni”, si legge nella nota, “l’impatto ambientale delle attività umane è oggetto di particolare attenzione. In quest’ambito anche la Polizia cantonale è chiamata a dare il proprio contributo” . L’automobile verrà utilizzata per il pattugliamento stradale, ambito nel quale i veicoli della Polizia cantonale percorrono annualmente oltre 4 milioni di chilometri, e costituisce uno primo test delle forze dell’ordine in questa direzione.

Auto elettriche: Svizzera quinta a livello europeo
A livello svizzero il 4,2% delle auto nuove vendute nel 2019 erano elettriche. In questo settore la nostra Nazione si colloca al quinto posto nella classifica dei paesi europei con la più alta percentuale di veicoli elettrici. Sul podio si trovano invece la Norvegia (42,4%), i Paesi Bassi (13,9%) e l’Islanda (7,8%). “Il futuro”, scrive il DI, “riserva quindi a livello tecnologico novità e cambiamenti con una sempre maggiore attenzione ad ambiente e risorse rinnovabili. Proprio in quest’ottica deve essere inteso l’utilizzo in prova del nuovo veicolo. Una sfida per la Polizia cantonale, orientata a “rimanere al passo con i tempi” e performante in seno alla nostra società moderna”.

Un rilevatore di velocità di inseguimento e altri “gadget”
“Alla dotazione di serie”, si legge nella nota, “si aggiunge un particolare allestimento che ha equipaggiato il veicolo di alcune funzioni ad hoc. Tra queste, il rilevatore della velocità di inseguimento, collegato direttamente al monitor originale dell’auto, e un impianto di segnalazione a LED aerodinamico per non inficiare le prestazioni. Nel bagagliaio, invece, è stato realizzato un apposito sistema di cassetti per contenere e stoccare il materiale che viene abitualmente usato dagli agenti di pattuglia”.

  • 1