“Non bisogna perdere il senso delle proporzioni”
Fabio Pontiggia critico sulle previsioni “allarmiste” di alcuni esperti. “Manca Daniel Koch, uomo di poche parole, fatti e saggezza”
di teleticino/ls
“Non bisogna perdere il senso delle proporzioni”

“Allarmismi infondati sui numeri del virus”. È il titolo dell’editoriale di Fabio Pontiggia, direttore del Corriere del Ticino, pubblicato sull’edizione di ieri, in cui si mettono a confronto le dichiarazioni del presidente dimissionario della Task Force Covid-19 della Confederazione Matthias Egger (che prevedeva un’impennata di casi in Svizzera: 200 tra il 6 e il 12 luglio e 400 nella settimana successiva) e le cifre reali di quelle settimane. Secondo Pontiggia le previsioni dell’epidemiologo bernese si sono rivelate infondate visto che non ci sono mai stati 200 nuovi infettati al giorno e hanno creato un inutile allarmsimo.

“Le cifre non confermano quanto alcuni esperti hanno profetizzato che si avverasse, siamo abbondantemente al di sotto” spiega Pontiggia intervistato dai colleghi di Teleticino. Il tema non va comunque preso sotto gamba, specifica il direttore del giornale di Muzzano, con le misure di igiene e di distanziamento sociale che vanno rigorsamente rispettate. “Però non bisogna perdere il senso delle proporzioni” ritiene Pontiggia, che rimpiange la partenza dell’ormai ex mister corona Daniel Koch, passato al beneficio della pensione, che è stato un punto di riferimento a Berna di “poche parole, fatti, buon senso e tanta saggezza”.

Loading the player...
  • 1