Localizzati e salvati grazie all’app della Rega
La Guardia aerea svizzera ha soccorso ieri un ciclista e un’escursionista rimasti feriti nei Grigioni. Entrambi avevano lanciato l’allarme tramite l’applicazione
di ls
Localizzati e salvati grazie all’app della Rega

Grazie all’allarme tramite l’app Rega, ieri pomeriggio, la Guardia aerea svizzera ha portato assistenza medica a due persone infortunatesi nei Grigioni: un ciclista caduto a Obervaz e un’escursionista rimasta gravemente ferita in Val Calanca. Grazie all’applicazione, entrambi sono stati localizzati rapidamente e, dopo le prime cure del caso, trasportati nel più vicino ospedale.

Quando la memoria fa cilecca

Il ciclista ha avuto un incidente su un sentiero ciclabile a Obervaz, rimanendo incosciente per un momento. Dopo aver ripreso conoscenza, l’uomo è riuscito a chiamare sua moglie, ma non ricordava esattamente cosa fosse successo e dove si trovasse. Su raccomandazione della consorte, l’uomo ha avvertito la Guardia aerea svizzera di soccorso tramite l’app Rega per le emergenze. Le coordinate del suo cellulare sono state trasmesse direttamente alla centrale operativa della Rega. La capo intervento ha così mobilitato l’equipaggio della base Rega di Untervaz, il quale lo ha localizzato rapidamente. Dopo avergli fornito le prime cure mediche, l’equipaggio lo ha trasportato all’ospedale.

Niente segnale dopo l’incidente in montagna

Quasi contemporaneamente un altro allarme tramite app è stato ricevuto dalla centrale operativa della Rega a Zurigo: la persona ad aver lanciato l’allarme si trovava a metà della Val Calanca. L’allarme è stato ricevuto più volte e la localizzazione indicava un luogo in montagna, ma non essendo possibile stabilire un contatto telefonico con la persona che aveva dato l’allarme, la capo intervento ha inviato un messaggio sul cellulare della donna, senza ottenere risposta. Pur non disponendo di informazioni più precise sull’accaduto, grazie all’allarme tramite app erano note le coordinate del luogo dell’incidente che sono state molto utili per l’equipaggio della base Rega Locarno. L’escursionista, gravemente ferita, è così stata localizzata e elitrasportata in ospedale.

Come funziona l’allarme con l’app Rega

In caso d’allarme, l’app Rega trasmette automaticamente le coordinate del cellulare alla centrale operativa della Rega. Questo consente di risparmiare tempo prezioso in caso d’emergenza. Quando sopraggiunge un allarme tramite l’app, sullo schermo del capo intervento sono visualizzate non solo la posizione della persona che attiva l’allarme, ma anche importanti informazioni supplementari come lo stato della batteria del cellulare e i dati personali della persona che lancia l’allarme. Per localizzare il proprietario di uno smartphone, i capi intervento della Rega possono anche inviare un SMS contenente un link alla persona che ha dato l’allarme, dopodiché un sito web legge le coordinate dello smartphone e le trasmette alla centrale operativa della Rega. I prerequisiti per questa procedura sono uno smartphone con ricevitore GPS, una funzione di localizzazione attivata e una copertura di rete mobile sufficiente.

  • 1