Ticino
Coronavirus, Berset: "Mantenete le distanze"
IN AGGIORNAMENTO – Il consigliere federale Berset in contatto con i Cantoni per definire linee guida sugli eventi
La Redazione
Coronavirus, Berset: "Mantenete le distanze"
Coronavirus, Berset: "Mantenete le distanze"

I casi di contagio sono saliti a 16 in Ticino (compreso il militare ricoverato a Wangen an der Aare). Tra i nuovi casi emersi oggi lo studente di un istituto postobbligatorio ticinese. Compagni di classe e i docenti sono stati messi in quarantena. In Svizzera, invece, a fine serata sono 58 i casi certi, ossia confermati dal laboratorio specializzato di Ginevra. Oltre 200 persone sono in quarantena. Nel mondo il bilancio è salito a oltre 93mila persone contagiate, i guariti hanno superato i 50mila. 

La giornata in breve

  • In Ticino i casi di contagio salgono a 16
  • Le autorità ticinesi hanno deciso: le scuole in Ticino non chiudono 
  • L'UFSP ha introdotto una nuova regola di comportamento: mantenere le distanze tra le persone
  • L'Italia ha deciso di chiudere scuole e università fino a metà marzo
  • Israele mette in quarantena i viaggiatori in arrivo da alcuni paesi europei, compresa la Svizzera
  • Nel mondo sono in fase di sviluppo oltre 20 vaccini per il Covid-19
Vai alla mappa del contagio della John Hopkins University: Desktop - Mobile

20.58 - Manifestazioni sopra e sotto le 150 persone Manifestazioni sotto le 150 persone rimangono responsabilità dei promotori. Manifestazioni sopra le 150 persone potranno essere discusse tra il Cantone e i promotori, che faranno insieme una valutazione dei rischi. Non è una regola, ma una linea guida che verrà ulteriormente discussa nei prossimi giorni con i Cantoni. Fine della conferenza. 

20.48 - I raduni sotto le 1000 persone possono continuare a svolgersi I raduni di meno di 1000 persone possono continuare a svolgersi se gli organizzatori prestano attenzione ad alcuni punti, come l'informazione attiva dei partecipanti sulle misure igieniche da applicare, ha detto Hanselmann. Le persone di età superiore ai 65 anni non dovrebbero partecipare a tali incontri, soprattutto se soffrono di diverse malattie. Chiunque sia malato dovrebbe anche evitare di unirsi a una tale folla. Gli organizzatori devono poi essere in grado di contattare i partecipanti in caso di necessità.

20.46 - Hanselmann: "vogliamo criteri ragionevoli" "Abbiamo discusso intensivamente", ha detto Hanselmann. "Vogliamo trovare misure in comune per gli eventi tra Cantoni, portando criteri ragionevoli. La situazione è seria, ma non vogliamo esagerare. Discussioni sono in corso per stabilire delle linee guida per i Cantoni. Definiremo meglio cosa si intende per eventi. Il mercato della verdura, per esempio, non fa parte degli eventi. 

20.44 - Una nuova regola di comportamento: "tenere le distanze" "Ci troviamo di fronte a una situazione inedita", esordisce Berset, facendo il punto della situazione sulla campagna di informazione. C'è una nuova regola di comportamento: "Tenere le distanze". Questo vale per esempio quando ci troviamo in coda ad aspettare. Il "social distancing" è nuovo ed è per proteggere le persone più fragili, come gli anziani, ha detto Berset.  Anche durante le riunioni i partecipanti dovrebbero mantenere una certa distanza fisica.

20.22 - A breve Berset informa sugli eventiIn una conferenza stampa a Berna, Alain Berset informa sulle regole riguardanti gli eventi. Attesa anche Heidi Hanselmann, presidente della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità. La conferenza è in ritardo di qualche minuto. 

20.17 - Primi due casi in Ungheria Sono stati registrati oggi i primi due casi di Coronavirus in Ungheria. Si tratta di due studenti iraniani. Il premier Viktor Orban ha scritto su Facebook: "Abbiamo le prime persone contagiate, o meglio, due persone che abbiamo dovuto portare subito in ospedale. Non hanno ancora sintomi, ma l'infezione è confermata".

19.36: Annullato il Festival del film di FriborgoLa 34esima edizione del Festival Internazionale del Film di Friborgo, prevista dal 20 al 28 marzo, è stata annullata. I promotori pianificano di spalmare parzialmente il programma nel corso dell'anno, quando le condizioni sanitarie lo permetteranno. 

19:20 - Province di Savona e di Pesaro-Urbino sono state aggiunte alle zone a rischioLe province di Savona e di Pesaro-Urbino sono state aggiunte alle lista del Parlamento Ue delle aree considerate a rischio per il coronavirus. La nota di aggiornamento del Pe aggiunge alla lista anche alcune aree in Francia e Germania che però, si precisa, "non presentano lo stesso livello di rischio" delle altre zone. In ogni caso se negli ultimi 14 giorni si è stati in una delle aree aggiunte, secondo quanto si legge nella nota del Pe, si dovrebbe rimanere a casa per due settimane.

19:14 - Oms, con misure rapide e incisive si può fermare virusSolo con "misure rapide e incisive, i Paesi possono interrompere la trasmissione e salvare le vite". Lo ha sottolineato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, in un briefing sul coronavirus. "Questo virus - ha ribadito - non è la Sars, non è la Mers e non è un'influenza: la sua natura ci dà un'opportunità di rompere la catena della trasmissione e contenere la sua diffusione".

19:02 - Fmi mobilita 50 miliardi in aiuti per coronavirusIl Fondo monetario internazionale (FMI) mobilita 50 miliardi di dollari per paesi poveri alla prese con il coronavirus. Lo annuncia la direttrice generale del Fondo, Kristalina Georgieva, in un'intervista a Cncb. Dei 50 miliardari, 10 sono per i paesi a reddito più basso e 40 miliardi per quelli a medio reddito.

18:42 - La Contea di Los Angeles dichiara lo stato di emergenza per virusLa contea di Los Angeles dichiara l'emergenza per il coronavirus in seguito all'aumento dei casi. La California è lo stato americano più colpito dal virus, con almeno 27 casi. La dichiarazione dello stato di emergenza consente alla contea di aumentare i test, dai quali - avvertono le autorità - risulterà un numero elevato di casi.

18:18 - Germania, 6 nuovi casi: 5 rientrati da ItaliaIn Germania si registrano sei nuovi casi di coronavirus, che riguardano 5 persone rientrate dall'Alto Adige e una dalla Lombardia, a quanto riferiscono i media tedeschi. Due uomini dei dintorni di Friburgo, in Baden-Wuerttemberg, sono risultati positivi al test del coronavirus dopo un soggiorno nelle localita' sciistica altoatesina di Obereggen e di Wolkenstein/Selva di Val Gardena. Lo rende noto l'emittente Swr.

18:10 - Il PPD ha deciso di annullare il Congresso cantonale previsto per sabato 14 marzoVisto l’evolversi della situazione riguardante la diffusione del coronavirus e a tutela della salute della popolazione, l’Ufficio presidenziale del PPD ha deciso di annullare il Congresso cantonale previsto per sabato 14 marzo. "La scelta, motivata da un atto di responsabilità e di buon senso, vuole essere un segnale di sostegno all’attività condotta dal Consigliere di Stato PPD Raffaele De Rosa e dal Governo ticinese che, ormai da settimane, si adoperano per contenere il numero dei contagi e predisporre misure adeguate per fronteggiare il fenomeno".

18:07 - In Italia, 2'706 malati e 107 mortiSono 2'706 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 443 persone in più rispetto a ieri e 107 i morti, 28 in più. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile.

17:16 - Casi in Usa salgono a 130, 6 a New YorkSale ad almeno 130 il numero dei casi di coronavirus accertati negli Stati Uniti, di cui almeno 6 nella città di New York. Sono gli ultimi dati forniti dalle autorità sanitarie federali statunitensi. Fermo a 9 il numero dei decessi, tutti nello stato di Washington dove ci sono attualmente 27 casi come in California.

17:12 - Israele, quarantena per i viaggiatori da paesi europei, compresa la SvizzeraIsraele ha deciso che tutti i viaggiatori in arrivo da Germania, Francia, Spagna, Austria e Svizzera debbano andare in quarantena per 14 giorni a causa del coronavirus. Lo ha annunciato il ministero della Sanità in una conferenza stampa in cui il premier Benjamin Netanyahu ha invitato gli israeliani "a non darsi la mano" quando ci si incontra. Allo stato attuale nel paese, hanno ricordato i media, ci sono stati 15 casi di Covid-19, otto di questi sembra abbiano contratto la malattia in Italia

17:02 - Fiere ed eventi annullati, danni per oltre 150 milioni di franchiL'associazione di eventi e fiere Expo Event calcola per il settore danni per oltre 150 milioni di franchi provocati dal coronavirus e dal divieto imposto dal Consiglio federale allo svolgimento di grandi eventi. È quanto emerge da un sondaggio effettuato fra i 157 membri. Il ramo degli manifestazioni è colpito al cuore, si legge in un comunicato odierno dell'organizzazione. Fra cancellazioni e rinvii non si terrà circa l'80% degli eventi previsti. "Ciò che avviene attualmente nel nostro settore può essere definito uno scenario da incubo", ha spiegato il vice presidente Eugen Brunner. "Le aziende hanno bisogno di aiuto. Le conseguenze per tutta la Svizzera come polo di eventi potrebbero essere drammatiche", ha aggiunto. Expo Event spera che almeno gli appuntamenti con meno di 1000 persone possano continuare a essere svolti regolarmente. L'organizzazione auspica anche che il divieto per le manifestazioni più grandi venga tolto dopo il 15 marzo.

17:00 - In Italia da settimane, prima del 21 dicembre C'è la prima prova che il coronavirus circolava in Italia da 'diverse settimane' prima che ci fosse la diagnosi del paziente uno di Codogno. È contenuta nelle 3 sequenze genetiche del virus in circolazione in Lombardia, ottenute dal gruppo di Università Statale di Milano e Ospedale Sacco, coordinato da Gianguglielmo Zehender, Claudia Balotta e Massimo Galli. L'analisi di ulteriori genomi, in corso, potrà fornire stime più precise su ingresso del virus in Italia e possibili vie di diffusione.

16:44 - Diretta da Bellinzona Claudia Rossi intervista a Christian VittaVitta: "Questa fiducia nei confronti delle autorità è importante sia presente dal Governo ma anche dalla cittadinanza". "È importante che si impari a convivere con questa situazione". Vitta: "È importante che le decisioni siano condivise con i tecnici esperti". "L'attività di supporto organizzativa con la Polizia è necessaria per far fronte alla situazione covid-19 nel tempo, è importante che questa struttura sia stata formalizzata per gestire la situazione nel corso del tempo". 

16:42 - Lufthansa, rimangono a terra 150 aereiIl gruppo Lufthansa ha tagliato il suo programma di volo per la crisi del coronavirus di circa 150 aerei. Le comunicazioni della scorsa settimana sono state quindi messe in atto, ha reso noto oggi un portavoce da Francoforte. Il numero di aerei vale per l'intero gruppo, che conta circa 750 velivoli di trasporto passeggeri.

16:36 - Diretta da Bellinzona Claudia Rossi intervista a Manuele Bertoli Manuele Bertoli: "Non c'è nessuna ragione di mettere in quarantena un intero sistema scolastico. Ora 23 allievi e 4 docenti sono in quarantena ed è una misura che per il momento è sufficiente per rispondere a quanto è successo". "Il ragazzo, secondo quanto ha detto il Medico Cantonale sarebbe stato contagiato in Lombardia". Nel frattempo, Bertoli fa sapere che "i colleghi vodesi si sono scusati per le gite sconsigliate in Ticino".  

16:30 - Fine della conferenza stampa 

16:29 - Il milite e il doganiereMerlani: "Il milite sta bene e rientrerà a casa". E aggiunge: "Il doganiere dal momento che è sul territorio cantonale è stato testato in Ticino".

16:28 - Confermato e positivo, la differenza?Merlani: "Ci sono dei laboratori che certificano test confermati e altri sono laboratori ancora non certificati che possono dare un risultato positivo e poi vanno al laboratorio di Ginevra per confermarlo. In Ticino non esiste il problema positivo ma non ancora confermato: qui si attesta subito se è confermato".

16:23 - Aziende ed economiaVitta: "Attualmente gli strumenti sono due: uno è lo strumento della SECO del lavoro ridotto, in questo senso chi vuole far richiesta inoltra alla sezione del lavoro e poi il secondo strumento è quello della fideiussione, che potrà essere attivato a fronte di diversi criteri di liquidità". "Per il turismo è stata attivata una task force che segue il settore specifico". Merlani sottolinea: "È la legge delle epidemie che impone la quarantena e può indennizzare la persona che non ha potuto lavorare, secondo casi specifici". 

16:20 - Quello che si può dire sui casi in Ticino"Ci sono una buona parte che sono isolati al domicilio, alcuni sono ricoverati e attualmente abbiamo l'informazione del secondo caso che era in terapia intensiva che è una persone con problemi di salute". Ma come ribadito più volte il Medico cantonale non darà le specifiche per i singoli casi. 

16:13 - Bertoli: "Le scuole non chiudono"Manuele Bertoli, responsabile DECS: "In una scuola ticinese, post obbligatoria professionale, ovvero il centro professionale tecnico di Bellinzona, l'Arti e mestieri di Bellinzona è risultato il settimo caso di coronavirus". "Si tratta di una scuola con presenza di 16enni, con ragazzi grandi e non piccoli". Bertoli specifica: "Sono stati contattati 35 allievi che sono quelli potenzialmente più vicini, alla fine sono stati verificati questa mattina e 12 studenti sono stati autorizzati a tornare a scuola". "Tutti i ragazzi in quarantena dovevano partire oggi a Davos". 

Per trovare una soluzione ai giovani a casa a causa della quarantena Bertoli spiega: "Per i ragazzi che sono a casa per 14 giorni, si sta vedendo di predisporre un insegnamento a distanza visto che è una scuola abituata a lavorare con delle piattaforme informatiche" ha spiegato Bertoli. "Noi crediamo che oggi questo sia l'atteggiamento consono alla situazione". Quindi, Bertoli conferma: "Le scuole non chiuderanno". 

16:10 - Merlani: "Il panico crea una pressione sul sistema""È fondamentale stare tranquilli", ribadisce Merlani. "Dobbiamo convivere con queste situazioni, bisogna essere disposti a cambiare le proprie abitudini". Nelle case anziani, spiega Merlani, "verranno ridotti tempi di visita". "In futuro è possibile che qualcuno si veda rifiutare un ricovero per un intervento chiururgico(evitabile)". Per le scuole, spiega Merlani: "Sappiamo che i bambini meno soggetti e quando sono soggetti hanno decorsi molto più blandi, quindi una misura di questo tipo non verrebbe fatta a protezione delle scuole". "Se si facesse è solo per evitare che il bambino porti il virus al nonno o alla nonna malata, ora non ha senso chiudere le scuole". E Merlani aggiunge: "Forse più in là si deciderà, ma ad oggi non ha senso". Attenzione: "Se il bambino sta male, non portatelo dai nonni perché gli anziani sono tendenzialmente più a rischio". 

16:07 - 16 casi in TicinoGiorgio Merlani ha confermato che in Ticino ci sono 15 casi confermati più il milite e quindi il bilancio totale è di 16 casi sul territorio ticinese. "È un virus che nessuno ha deciso di avere e ha un impatto in numeri che può essere elevato ma in termini di complicazioni è contenuto". "Le misure di contenimento vanno adeguate in base alla popolazione". Merlani precisa: "16 casi ma bisogna sottolineare che una buona parte di questi sono risultati nelle indagini ambientali degli altri confermati di Covid-19, sono quindi i contatti a rischio". E il medico ribadisce che i contatti a rischio sono quelli che hanno avuto contatti "a meno di 2 metri più di 15 minuti". 

16:05 - Il Cantone può chiamare in servizio i militi della protezione civile cantonale Il Comandante Matteo Cocchi: "Da giorni abbiamo iniziato i lavori all'interno di un gruppo particolare e ora nel tempo dovremmo portarlo avanti per garantire continuità al nostro Cantone. All'interno della struttura lavorano tutti i partner dell'amministrazione cantonale e della protezione della popolazione. Il Governo verrà informato settimanalmente e in questo senso proporremo delle misure per il Governo". 

16:03 - Assetto organizzativoChristian Vitta: "Viene implementato con l'obiettivo di rispondere all'evoluzione nel tempo del coronavirus che si renderanno necessari. L'assetto permetterà al Governo di far fronte all'operatività quotidiana che deve essere garantita". Vitta ribadisce: "Abbiamo fiducia negli esperti e invito i cittadini ad averla attenendosi ai canali ufficiali: dall'hotline al sito internet". "Siamo pronti e preparati ad agire valutando le misure da intraprendere". 

16:01 - Presenti alla riunione Christian Vitta Presidente del Consiglio di Stato, Manuele Bertoli Direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, il medico cantonale Giorgio Merlani e Matteo Cocchi Comandante della Polizia cantonale. 

16:00 - Inizia la conferenza stampa da Bellinzona

15:57 - Positivo un funzionario del Consiglio UeUn funzionario del Consiglio Ue è risultato positivo al Coronavirus. Secondo quanto risulta all'agenzia AGI si tratta di un funzionario del segretariato generale. La trasmissione sarebbe avvenuta in Belgio.

15:45 - Alle 16 avrà inizio la conferenza stampa da Bellinzona, in diretta su Teleticino e Radio3iSaranno presenti Christian Vitta, Presidente del Consiglio di Stato, Manuele Bertoli, Direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, Giorgio Merlani, Medico Cantonale e Matteo Cocchi, Comandante della Polizia cantonale

15:37 - Aumentano i Paesi che bloccano l'export di mascherinePer aumentarne la disponibilità sul proprio territorio nell'eventualità di un aumento dei contagi da coronavirus, aumentano i Paesi che scelgono di fermare l'export di mascherine sanitarie. A quanto si apprende dalla stampa locale, oltre a Germania, Russia e Marocco, ad aver optato per questa scelta sono Turchia, Kenya, Kazakistan, Thailandia. Tra i primi a farlo Taiwan, che ha esteso oggi la misura anche ai termometri digitali.

15:00 - Il VPOD chiede che si paghi lo stipendio ai dipendenti cantonali che si trovano in quarantenaIl sindacato chiede venga garantito il salario mensile in particolare a chi opera nelle scuole e nel settore sanitario, in quanto "questa situazione di impedimento al lavoro è determinata dall’autorità pubblica sanitaria e non dalla volontà del dipendente".

14:44 - Chiusura scuole, il ministro Azzolina: "Decisione ufficiale nel pomeriggio"Il Ministero dell'istruzione italiano comunica che non sarebbe ancora decisa ufficialmente la chiusura delle scuole, la decisione ufficiale verrà emanata nel pomeriggio.

14:13 - L'Italia chiude tutte le scuole e le università fino a metà marzoA causa dell'emergenza coronavirus il governo italiano ha deciso poco fa la chiusura di scuole e università in tutto il Paese da domani fino a metà marzo.

14:12 - Conclusa la conferenza stampa dell'Ufficio federale di sanità 

14:12 - "L'Italia chiude le scuole, e noi?""Non ci mettiamo a criticare gli altri paesi, ma la situazione in Italia è talmente grave che probabilmente adottano tali misure per avere in pugno la situazione". 

14:11 - "I bambini sono poco toccati"Koch: "Chiudere le scuole non è una buona idea e in questo momento si mischierebbero le generazioni ed è per questo che secondo noi non è una misura da adottare". E ribadisce: "I bambini sono poco toccati".  

14:10 - "La Svizzera è un paese di pendolari, quali raccomandazioni?"Koch: "Le raccomandazioni le forniremo tutte insieme, sono raccomandazioni che vanno in tutti i sensi: ovunque si possa cambiare il comportamento e che possa avere dei risultati"

14:05 - "Abbiamo abbastanza materiale?"Koch: "A lungo termine gestiremo il materiale per averne a sufficienza". "Ad oggi comunque sembra che abbiamo abbastanza materiale, non c'è una situazione di emergenza in questo senso". Per quanto riguarda, invece, la questione mascherine Koch spiega: "La confederazione ha delle mascherine nel suo stock e ora vengono suddivise nei Cantoni". 

14:04 - Quali misure per gli anziani?Koch: "Non si tratta di misure ma di raccomandazioni, sono cambiamenti su come vengono gestite le situazioni". "Comunicheremo i punti più avanti". 

13:58 - "I test stanno terminando?"Koch: "Il materiale per il test non è vero che stanno per finire, tutto il materiale ha un limite ma anche le risorse umane, noi non abbiamo delle risorse illimitate, è chiaro". "Abbiamo ancora un po' di capacità ma se il numero dei contagi dovesse aumentare come sta succedendo ora noi non possiamo mantenere lo stesso regime dei test". Sarà quindi inevitabile che ci saranno dei cambiamenti sull'applicabilità dei test per il Covid-19 da parte della Confederazione. 

13:56 - Koch ai giovani: "Cercate di proteggere gli altri"Il messaggio ai giovani è chiaro: "Cercate di proteggere gli altri e evitate le grandi manifestazioni". "È importante anche mantenere le distanze con gli altri, i giovani possono fare molto per evitare che l'epidemia non si diffondi così tanto", ha ribadito Koch. 

13:54 - "Tutti i Cantoni sono colpiti"Koch: "A questo momento sarebbe aleatorio dire che un Cantone è più colpito di un altro, è tutta la Svizzera che è in pericolo". 

13:48 - Boris Zürcher: "La situazione particolare ha delle ripercussioni dirette e indirette anche sulle aziende"Zürcher, Capo della direzione per il lavoro della SECO: "Uno strumento già a disposizione è l'indennità per il lavoro ridotto". Cosa significa? "Significa che d'accordo con il lavoratore e il datore si riduce temporaneamente l'orario di lavoro, l'obiettivo è fare in modo che si possa mantenere il lavoro e si possa retribuire con l'obbligo di evitare la disoccupazione, l'obiettivo dunque - sottolinea Zürcher - è mantenere il posto di lavoro". "Affinché i lavoratori possano ottenere queste indennità devono essere dati i seguenti presupposti: la perdita del lavoro è temporanea, la perdita di lavoro corrisponde almeno al 10% del tempo di lavoro, non viene causato da motivi dei normali rischi aziendali". "La SECO, specifica Zürcher, si aspetta che ulteriori casi del Covid-19 non facciano parte dei rischi normali dell'azienda". 

Ma concretamente come si fa? "Bisogna preannunciare il lavoro ridotto alle autorità cantonali competenti: l'Ufficio cantonale dove l'azienda è registrata". "Questo preavviso deve essere annunciato almeno 10 giorni prima e il termine può essere esteso a 3 anni se questo è dovuto a cause improvvise". Informazioni disponibili sul sito della SECO.

13:44 - Hans-Peter Lenz: "Al momento il DFAE non è a conoscenza di nessun cittadino svizzero contagiato"Il Capo del Centro di gestione delle crisi, Hans-Peter Lenz spiega che il personale nelle rappresentanze sta bene, "al momento ci stiamo concentrando sull'Italia". "Il numero di richieste di informazioni è notevolmente diminuito rispetto alla settimana scorsa". Per quanto riguarda la situazione a livello mondiale, ora l'Iran è preoccupante: "Tante compagnie hanno annullato i volli, il DFAE segue la situazione e comunica con i cittadini preoccupati che vivono nel Paese". 

13:38 - In Svizzera chi è stato colpito per il momento sono i giovaniFino adesso i casi sono i più giovani, questo è spiegabile perché "sono le persone che hanno viaggiato, che hanno avuto più contatti". "La popolazione anziana è stata (per il momento) risparmiata". "Tutti i casi al momento sono casi leggeri e sono in ospedale solo perché li vogliamo isolare, ma non per questioni cliniche". Ma Koch specifica: "Non abbiamo casi gravi finora" ma "bisogna fare il possibile per proteggere la popolazione". 

13:36 - Koch: "Non lasciatevi prendere dal panico"Daniel Koch ribadisce alla popolazione di non prendersi dal panico anche se "la situazione è seria, per questo motivo ora dobbiamo tentare di analizzare i casi in modo di adeguarci". La panoramica su come le autorità analizzano la situazione: "Le cifre dimostrano le ripartizioni fra le varie fasce d'età della popolazione, soprattutto la popolazione più anziana in Cina è quella più colpita e quindi anche il tasso di mortalità è più elevato tra gli anziani". "È un aspetto che dobbiamo tenere conto, dobbiamo adottare le misure adeguate in modo da impedire i decessi". 

13:34 - 54 casi in Svizzera confermati e 39 che sono risultati positivi al testDaniel Koch: "Siamo vicini alla soglia dei 100 casi in Svizzera, questo significa che oltre 200 persone sono già in quarantena". Koch aggiunge: "Dalla settimana scorsa la cifra è aumentata notevolmente. Globalmente abbiamo avuto più di 2'000 test negativi". 

13:33 - Koch: "La hotline ieri è stata sollecitata da 2'000 chiamate"Il Capo della Divisione malattie trasmissibili, Daniel Koch: "Siamo molto sollecitati, più di 2'000 chiaamte sulla hotline e dall'inizio il sito ha ricevuto più di 3milioni di click. Il bisogno di informazione è alta". 

13:30 - Inizio della conferenza stampa della autorità federali 

13:24 - "Il tasso mortalità al 3,4%, più di influenza"Il coronavirus causa "una malattia più grave dell'influenza stagionale: a livello globale, circa il 3,4% dei casi riportati di Covid-19 è deceduto mentre l'influenza stagionale generalmente uccide molto meno dell'1% di quelli infetti". Lo ha sottolineato l'Oms spiegando che "mentre molte persone in tutto il mondo hanno accumulato immunità ai ceppi stagionali" questo "è un nuovo virus a cui nessuno è immune". "Abbiamo vaccini e terapie per l'influenza stagionale, ma - ha aggiunto l'Oms - al momento non esiste un vaccino e nessun trattamento specifico per il Covid-19".

13:15 - Infopoint sulla situazione in Ticino alle 16:00Il Consiglio di Stato comunica che terrà una conferenza stampa per aggiornare la popolazione su questioni di natura organizzativa, sanitaria e più in generale sull’evoluzione ad oggi della situazione legata al nuovo Coronavirus (COVID-19) in Ticino. Si terrà alle 16:00, i relatori saranno Christian Vitta, Manuele Bertoli, Giorgio Merlani e Matteo Cocchi. 

12:48 - Positivo un dipendente della dogana di Chiasso L’Amministrazione federale delle dogane ha confermato che un suo dipendente attivo all’ufficio di Chiasso Strada è risultato positivo al coronavirus ed è stato immediatamente posto in quarantena. È un dipendente attivo in un settore che non ha contatto con il pubblico. Ora, le verifiche sono in corso in collaborazione con le autorità sanitarie cantonali e l’Amministrazione federale delle dogane ha ordinato ai suoi dipendenti di adottare misure di protezione. 

12:22 - Il Governo italiano valuta la chiusura delle scuole in tutto il PaeseIl governo italiano sta valutando la chiusura di tutte le scuole per gli effetti del coronavirus. Lo confermano fonti ministeriali chiarendo che ancora "nessuna decisione è stata presa al riguardo".

12:18 - La petizione per chiudere le scuole continua a raccogliere firmeSono salite a 6'683 le firme raccolte con la petizione "Chiudere le scuole in Ticino" lanciata una settimana fa. "Chiudere le scuole sarebbe un grande vantaggio anche per riuscire a tenere sotto controllo il virus. È difficile risalire a quanti altri studenti è venuto a contatto un infetto", scrive il primo firmatario. 

12:11 - Annullamento della Conferenza stampa "Benvenuti a Locarno: piattaforma per l'integrazione"La conferenza stampa per la presentazione del sito “Benvenuti a Locarno”, programmata il 5 marzo alle ore 17:00 presso la sala del Consiglio Comunale, "è stata rinviata a causa della delicata situazione sanitaria presente nel Paese".

11:54 - Bce taglia i viaggi non essenziali fino 20 aprileLa Banca centrale europea (Bce) ha deciso di cancellare "tutti i viaggi non essenziali" del Comitato esecutivo e dello staff fino al 20 aprile, come misura precauzionale contro i rischi legati al Coronavirus.

11:33 - Losone dà lo stop agli eventiAnche il comune di Losone ha deciso di interrompere gli eventi. Il Municipiio ha comunicato di aver sospeso "gli eventi organizzati dal Comune durante il mese di marzo per limitare la diffusione del COVID-19 e proteggere le persone maggiormente a rischio, in particolare le persone più anziane o con patologie croniche. Inoltre, tutte le società sportive e gli altri organizzatori, che hanno previsto manifestazioni nello stesso periodo, saranno sensibilizzate perché valutino la situazione e, se necessario, rimandino i propri eventi o si attivino per organizzare sufficienti misure cautelari".

11:28 - Farmaco promettente per i casi graviUn farmaco per l'artrite di Roche sembra essere promettente per la cura dei casi gravi di coronavirus. Le autorità cinesi hanno approvato oggi l'utilizzo dell'Actemra su determinati pazienti. Secondo Roche il medicinale potrebbe aiutare in particolare nella lotta contro infiammazioni collegate alla malattia. Prove cliniche dell'efficacia contro il coronavirus al momento però non esistono. Ricercatori cinesi hanno ad ogni modo somministrato il mese scorso l'Actemra ad alcuni pazienti, con risultati incoraggianti. La multinazionale ha comunicato di aver donato alla Cina dosi di farmaco per il valore di due milioni di dollari.

11:23 - Oms, carenza globale dispositivi protezioneNel mondo c'è una carenza di dispositivi protettivi, dalle mascherine ai guanti, dovuta alle conseguenze dell'epidemia di coronavirus, e le aziende dovrebbero aumentare la produzione del 40% per far fronte all'emergenza. Lo scrive l'Oms in un comunicato, in cui sottolinea che a causare l'aumento della domanda ci sono anche fenomeni come l'accaparramento e l'utilizzo errato.

11:19 - 3'200 morti e 93'455 contagi nel mondoSono arrivate a 3.198 le morti nel mondo per il coronavirus, 93.455 i contagi e 50.700 le persone guarite. È il quadro in tempo reale dell'università Johns Hopkins.

10:40 - Settimo caso in TicinoSettimo caso in Ticino, lo ha comunicato il DSS. Si tratta di un caso positivo in un istituto scolastico postobbligatorio ticinese. Questo si va ad aggiungere agli altri sei comunicati nei giorni scorsi. Il primo caso di Covid-19 in Ticino, lo ricordiamo, è già guarito ed è stato dimesso venerdì dalla Clinica Moncucco. 

L’Ufficio del medico cantonale ha applicato il protocollo. La verifica dei contatti è stata subito avviata. Trattandosi di uno studente, i compagni di classe e alcuni docenti che hanno avuto i contatti più stretti con il ragazzo resteranno a domicilio per due settimane in quarantena. Gli altri allievi e docenti dell’istituto – una scuola professionale - potranno proseguire normalmente le loro attività.

10:10 - Per il turismo in Italia in arrivo perdita da 7 mldIl coronavirus manda a picco il turismo italiano. Nel prossimo trimestre, 1 marzo - 31 maggio, sono previsti 31,625 milioni di turisti in meno in Italia, con una perdita di 7,4 miliardi di euro, secondo i nuovi calcoli di Confturismo-Confcommercio alla luce dell'evoluzione dell'ultima settimana dell'epidemia.

9:35 - Conferenza stampa a Berna alle 13.30L'Ufficio federale della sanità pubblica terrà una conferenza stampa alle 13.30 a Berna. 

8:53 - Forse anche Bergamo sarà zona rossaIl Governo italiano sta valutando se estendere la zona rossa anche alla bergamasca, dopo l'impennata dei contagi di ieri: 129 casi in più per un totale di 372. Una misura che ovviamente avrebbe effetti importanti per l'economia e la vita degli abitanti orobici.

8:30 - Tre contagiati a SvittoUn uomo e due donne, di 26, 43 e 55 anni, sono risultati positivi al test per il coronavirus nel Canton Svitto. Si tratta di tre contagi indipendenti, spiegano le autorità cantonali. Il primo caso è emerso ieri sera, gli altri due sono stati confermati questa mattina. Tutti e tre sono in buone condizioni.

7:50 - Un caso a San GalloUna donna di San Gallo ha contratto il coronavirus, lo hanno comunicato questa mattina le autorità cantonali. Mostra dei sintomi lievi, quali il naso che cola, si legge in una nota. Visto che non è necessario il ricovero dovrà rimanere a casa fino a 48 ore dopo la fine dei sintomi e per almeno dieci giorni. La donna è stata a Milano tra il 21 e il 23 febbraio, i primi sintomi sono comparsi pochi giorni dopo. La donna è rimasta a casa e ha chiamato il medico. Le persone che vivono con lei (e gli altri contatti stretti) dovranno stare in quarantena per 14 giorni.

Le differenze con l’influenzaIeri il direttore generale dell’OMS nella conferenza stampa pomeridiana ha chiarito le differenze tra il Covid-19 e l’influenza stagionale, ne ha elencate quattro:

  • Il coronavirus si trasmette in modo meno efficiente rispetto all’influenza: “I pazienti asintomatici sono il principale mezzo di contagio dell’influenza, non sembra essere invece il caso per il Covid-19”.
  • “Il Covid-19 causa più sintomi gravi rispetto all’influenza”
  • “Non esiste un vaccino, “ma oltre 20 sono in fase di sviluppo”
  • “Per l’influenza non si può immaginare un contenimento, per il Covid-19 il contenimento è invece possibile”.