Alessandro Speziali nuovo Presidente del PLRT
Con 375 voti, ha vinto lo spareggio con Emilio Martinenghi. Natalia Ferrara esclusa dopo il primo turno.
di Teleticino/MJ
Alessandro Speziali nuovo Presidente del PLRT
Foto: Chiara Zocchetti

È Alessandro Speziali il successore di Bixio Caprara alla presidenza del PLR ticinese. È stato eletto questo pomeriggio nel corso di un inedito congresso online, avvenuto in diretta streaming su Facebook e Youtube.

Alessandro Speziali, locarnese classe 1983, è stato scelto al secondo turno, in uno spareggio che lo ha visto contrapposto a Emilio Martinenghi. Esclusa dopo il primo turno Natalia Ferrara.

16:50 - “Soddisfatto dell’esperienza“

A pochi minuti dalla chiusura dell’e-congresso che lo ha visto mancare per pochi voti la presidenza, il candidato Emilio Martinenghi si dimostra comunque sereno: “Provo soddisfazione, ho potuto dimostrare impegno in questa candidatura e dietro alla mia persona ho avuto tanti amici. Amici che ringrazio per quanto fatto, segno che i messaggi che veicolavo erano d’interesse. Sono contento che il Partito trovi un presidente giovane, poteva anche essere un presidente donna. Guardiamo avanti con soddisfazione per questa bella esperienza, dal canto mio, rimarrò vicino al PLRT e al Canton Ticino, non avrò un ruolo attivo ma sicuramente rimarrò vicino alla politica“.

16:25 - “Nei prossimi giorni formeremo la squadra, una «Ticinominiature» a rappresentanza di tutti“

“Onore a due compagni di viaggio che hanno costituito un percorso di qualità. Natalia la conosciamo tutti, è una guerrigliera, con sensibilità a temi che pesano, ha coltivato i nostri valori. Emilio è un personaggio di spessore professionale e politico. Questo percorso con loro è stato un onore. Ho imparato tanto grazie alla nostra base e a questa competizione. Un ringraziamento anche a Bixio, inutile spendere ulteriori parole sono convinto che con lui il tempo sarà galantuomo“, queste le prime parole del presidente eletto Speziali. “Nei prossimi giorni si tratterà di formare la squadra, una piccola Ticinominature. Dovrò convincere anche chi era scettico nei miei confronti, come ho sempre detto, il presidente è il presidente di tutti. Con queste parole vi ringrazio, ringrazio chi è a casa, chi è sintonizzato“.

Parole conclusive di Simone Giannini che chiude il primo congresso digitale del PLRT alle 16:30.

16:15 - Alessandro Speziali eletto Presidente del PLRT

Alessandro Speziali, con 375 voti, vince lo spareggio con Emilio Martinenghi, che ne raccoglie 305.

15:30 - Risultati posticipati alle 16:10

Simone Giannini annuncia che i risultati arriveranno alle 16:10. “L’ufficio elettorale, pur riscontrando che il secondo turno sta funzionando bene, ha deciso di prorogare fino alle 16:00 l’apertura del voto“.

15:00 - Il Partito liberale deve essere il partito di tutte e di tutti

“Eliminata per così poco? Poco o tanto i voti si contano, ma quello che conta è anche la lezione che oggi mi auguro il Partito abbia imparato“, queste le prime parole di Natalia Ferrara dopo l’esclusione, ai microfoni di TeleTicino. “Bisogna osare, bisogna essere coraggiosi, se tutti e tre eravamo così vicini, è perchè la nostra base vuole che un cambiamento ci sia, con me o senza di me Presidente“. Natalia Ferrari è troppo defilata? “Se penso ai 5 voti di differenza tra me e Emilio Martinenghi, che rappresenta la tradizione, no, non mi sento così distante dall’immaginario, è stata una lotta molto serrata e ci saranno altre occasioni per dimonstrare che è il momento anche delle donne valide e tenaci“. Cosa deve fare il PLR per diventare di nuovo il “partitone“? “Deve essere il Partito di tutte e di tutti“.

14:45 - Spareggio, risultati alle 15:40

Martinenghi o Speziali? Lo spareggio che determinerà chi sarà il nuovo President PLRT rimarrà aperto fino alle 15.30. I risultati sono previsti per le 15:40.

14:15 - Esclusa Natalia Ferrara

I risultati del primo turno dicono che nessuno dei tre candidati ha ottenuto la maggiornaza assoluta (367 schede). Natalia Ferrara raccoglie 234 voti, Emilio Martinenghi 239, Alessandro Speziali 259. In votazione al secondo turno vanno Speziali e Martinenghi.

13:00 - Risultati posticipati alle 14
“Per dare spazio a tutti i votanti mancanti”, ha spiegato Simone Gianini, ‘presentatore’ del Congresso, “si è deciso di rinviare il conteggio delle schede alle 14:00, con il risultato che arriverà alle 14:05. Al momento sono state conteggiate circa 700 schede sugli 800 delegati, la stessa cifra che nel 2017 aveva eletto Caprara, ma per assicurarsi che tutti siano riusciti a votare si è deciso di posticipare”.

12:15 - I risultati del primo voto verranno comunicati alle 13:05
In caso non si presenti una maggioranza assoluta si provvederà allo “spareggio tra i due candidati più votati”. Il congresso riprenderà a quell’ora

11:30 - Ritardi e problemi nel sistema di voto stanno posticipando i risultati
Nel frattempo sono state presentate le opinioni di diversi esponenti di partito sui soggetti in votazione il 29 novembre e sulle future iniziative del PLR, oltre ai contributi dei delegati in favore dell’uno o dell’altro candidato.

10:00 - Presentati i candidati alla Presidenza, che hanno pronunciato i loro discorsi

9:55 - Approvato il cambio di statuto per permettere il voto online, 401 voti contro 2

9:20 - Il commiato di Bixio Caprara
“Perché essere liberali radicali è ancora d’attualità? Per un liberale radicale al centro dell’attenzione sta il cittadino, come attore principale, consapevole e responsabile delle sue azioni. Lo Stato rimane importante e protagonista in specifici settori strategici, però meglio assuma un ruolo sussidiario e regolatore, ma al servizio del cittadino, non viceversa”. Caprara ha poi parlato del progetto di rilancio del partito, l’Agenda 2030, ricordando le priorità che il partito dovrà tenere nel corso dei prossimi anni, prima di tracciare un bilancio della sua presidenza, con tono vieppiù commosso: “Mi avete permesso un esperienza unica e avvincente, da cui traggo insegnamenti preziosi. Auguro al nostro partito e al suo futuro Presidente ogni bene, ma il progetto di rilancio sarà efficace solo se parteciperete tutti”.

9:00 - Ha inizio il Congresso
Presenti in sala giornalisti e famigliari dei candidati in appositi box, staff tecnico, presidente uscente e i tre candidati.

Per l’occasione a Castione è stato adibito un vero e proprio studio televisivo, che ieri Teleticino ha potuto visitare. Al di là però dei problemi di regia e del gantire le norme di sicurezza anti-coronavirus, uno degli aspetti più impegnativi è stato quello di assicurare un voto sicuro agli 800 delegati che oggi dovranno prendere la loro decisione in modalità virtuale: “I delegati riceveranno durante lo svolgimento del congresso dei codici via mail, personali e unici, che garantiranno anche una ricevuta di voto. La segretezza del voto, questo diritto fondamentale, è garantita anche da un ufficio elettorale che sarà seguito da una giudice del tribunale d’appello che dovrà certificare la correttezza delle operazioni”.


Come si svolgerà l’elezione: “Si provvederà al voto in diversi turni: in un primo, se ci sarà una maggioranza assoluta, verrà eletto direttamente il candidato o la candidata che avrà ottenuto più voti. In caso contrario i due candidati con più voti si sfideranno nel corso di un secondo turno”.

Guarda il servizio completo su Teleticino:

Loading the player...

Caprara: “4 anni sono volati”
Era il 5 febbraio 2017 quando Bixio Caprarà venne eletto alla Presidenza PLR, dove è rimasto per quasi 4 anni. Teleticino lo ha intervistato e, per prima cosa, gli ha chiesto come si sente in vista del passaggio di testimone: “È una sensazione un po’ strana, sono stati quattro anni vissuti di corsa ad occuparsi un giorno dopo l’altro del partito. Un’arrività molto intensa per cui questi anni sono volati. Però quest’estate ho dovuto fare il punto della situazione e ho deciso di non ripresentarmi, sapendo che soprattutto per motivi professionali non avrei potuto garantire la stessa intensità”.

Un rimpianto?
Tra i momenti più belli, per Caprara, “indubbiamente” aver riportato un ticinese in Consiglio federale con l’elezione di Ignazio Cassis e gli incontri con le sezioni: “È lì che si vive la politica”. C’è però un rimprovero che si fa? “Ho sempre detto che in politica è importante decidere con onestà e con libertà, noi abbiamo sempre preso le nostre decisioni con serenità: poi qualcosa è andato bene e altro è qualcos’altro è andato meno bene ma fa parte della vita. Mi spiace se qualcuno si è sentito ‘non considerato’ ma non è mai stato per penalizzare nessuno, però a volte bisogna decidere”.

I tre candidati
Teleticino ha chiesto a Caprara, alla vigilia della votazione, di citare un punto di forza per ognuno dei candidati: “Natalia è una persona che comunica in modo aggressivo e tenace, sicuramente non fa fatica a confrontarsi con i media. Emilio Martinenghi è una persona con una carriera professionale molto solida, una persona libera che quindi può dedicarsi a servire il partito e il Paese. Alessandro Speziali è un collega in Gran Consiglio con alle spalle diverse campagne elettorali impegnative per il Consiglio di Stato, è una persona molto impegnata che ha a cuore i valori del liberalismo e avrà le sue carte da giocarsi”.

  • 1