Accedi
Commenti 10

Altre strutture ticinesi si preparano al Covid-19

La conferma arriva dalla Clinica Santa Chiara: "Prima isoleremo il reparto da tutto il resto della clinica"

La rete sanitaria ticinese si allarga per far fronte all'emergenza coronavirus: secondo quanto rivela il Caffé anche la Clinica Santa Chiara di Locarno, l'Ospedale di Faido, la clinica malcantonese di Castelrotto e l'Italiano si stanno organizzando per la fase post acuto. Le strutture daranno così man forte alla Carità di Locarno e la Clinica Moncucco, impegnate in primo piano nella lotta contro il coronavirus. 

La conferma arriva dalla Clinica Santa Chiara: “Ciò non avverrà prima di aver totalmente isolato il reparto previsto per essere dedicato alla cura dei pazienti Covid-19 da tutto il resto della clinica. Una parte del personale sarà destinata unicamente a quel reparto e non ci sarà contatto con coloro che continueranno a gestire tutti gli altri reparti, che grazie a una ventilazione per piano non correranno rischi di contaminazione”, ha spiegato da noi contattata Daniela Soldati, direttrice della clinica Santa Chiara.

fsu | 26 mar 2020 14:01

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'