Accedi
Commenti 7

Contatti a rischio, consulenti UBS in quarantena

La banca ha deciso di imporre il telelavoro ad alcuni collaboratori della sede di Lugano

Alcuni consulenti dell’UBS di Lugano, in particolare della sede di Piazza Riforma, sono in quarantena dopo aver avuto dei contatti ritenuti a rischio dall’istituto.

Da noi contattato, il direttore Luca Pedrotti non ha voluto entrare nel dettaglio confermando che “per alcuni collaboratori è stata decisa una quarantena volontaria. Si tratta di chi ha avuto dei contatti a rischio e di chi lavora a stretto contatto con loro. Queste sono misure precauzionali per proteggere gli individui e i dipendenti”.

fsu | 27 feb 2020 15:13

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'