Accedi
Commenti

Monte Bré, istituita una zona di pianificazione

Lo ha deciso il Municipio di Locarno per salvaguardare il comparto in attesa di una soluzione equilibrata sul maxi resort

Allo scopo di approfondire eventuali aggiornamenti in ambito pianificatorio e tenuto conto della volontà popolare favorevole ad una maggiore tutela del comparto Monte Bré, il Municipio di Locarno ha deciso l’istituzione di una zona di pianificazione.

Il quartiere Monte Bré, lo ricordiamo, è stato oggetto di numerose discussioni – sfociate pure in un’iniziativa popolare – negli ultimi mesi, soprattutto a seguito di uno specifico progetto privato che mira all’edificazione di un nuovo complesso turistico e alberghiero nella zona montana di Locarno (vedi articoli suggeriti).

"Il Municipio - si legge in una nota - ha sempre confermato di voler approfondire seriamente il tema, anche sulla base di quanto illustrato formalmente dai promotori in occasione di un incontro avvenuto nel mese di aprile, per permettere di individuare una soluzione che permetta un buon equilibrio tra lo sviluppo e la protezione del territorio". Tale soluzione, "che non può prescindere dalla volontà popolare che ha richiesto una modifica formale del Piano regolatore per una protezione del territorio", richiede tempo per verificare i vari aspetti, coinvolgendo anche gli specialisti. "Pertanto, come misura di salvaguardia che nel frattempo consentirà di approfondire la soluzione migliore, il Municipio lo scorso mese di maggio ha deciso l’istituzione di una zona di pianificazione per tutto il quartiere di Monte Bré".

La zona di pianificazione è uno strumento previsto dalla Legge cantonale sullo sviluppo territoriale, che permette di salvaguardare un determinato comparto in caso di problemi riguardo all’uso del territorio o conflitti con principi pianificatori, nel caso che sia ritenuto necessario apportare delle modifiche ai piani e alle normative in vigore. I documenti necessari ne definiscono quindi l’estensione, i contenuti, gli scopi, gli effetti e la durata che può essere al massimo di 5 anni, riservata una possibilità di proroga. Nel caso concreto, il Municipio ha deciso che la misura toccherà l’intero quartiere di Monte Bré, ubicato ad una quota di ca. 900 metri sul mare ed a una distanza di circa 10 chilometri dal centro cittadino, i cui abitanti registrati nel 2018 sono una novantina.

Il mandato per l’allestimento della documentazione necessaria alla formalizzazione della zona di pianificazione è stato affidato ad un pianificatore qualificato, che potrà interagire con i competenti servizi comunali e cantonali e giungerà verosimilmente alla formalizzazione della zona di pianificazione durante il prossimo mese di settembre.

Redazione | 19 lug 2019 14:08

Articoli suggeriti
L'associazione di quartiere Pro Monte Brè chiede una moratoria temporanea atta a stabilire una zona di pianificazione per comprensori esattamente delimitati
Scherrer: "Assegneremo un mandato per una verifica del PR". I promotori nel frattempo svelano ulteriori dettagli
La Salva Monte Bré invia al Municipio la documentazione del progetto: "La Augur è piena di debiti, c'è il rischio di una cattedrale nel deserto"
Anche fuori dal Ticino si comincia a parlare del progetto, soprattutto delle difficoltà incontrate nella ricerca di investitori e nell'opposizione della cittadinanza
Ufficiosamente riuscita l'iniziativa popolare che punta a modificare il Piano regolatore comunale
I promotori del progetto avrebbero intenzione di concentrare tutto al Monte Brè
PS e Verdi: " non si tratta di mettere il carro davanti ai buoi, ma evitare che i buoi escano anzitempo dalla stalla"
Il PLR di Locarno bacchetta l'associazione, i Verdi e il PS: "Gridare “al lupo, al lupo!” adesso è inopportuno"
Lo scopo è quello di preservare i quartieri montani della Città di Locarno impedendo la costruzione di un maxiresort
L'associazione Salva Monte Bré annuncia una giornata di azione sabato 9 marzo
Il Municipio di Locarno chiarisce: "Non c'è ancora una domanda di costruzione". Sirica: "Piuttosto blocco la strada"
Il Comitato dell’Associazione di quartiere Solduno-Ponte Brolla-Vattagne contrario al progetto edilizio sopra Locarno
Due consiglieri comunali interpellano il Municipio di Locarno: "Traffico, fognature e altri problemi: si ha idea dell'impatto che avremo?"
Il promotori del progetto annunciano: "la domanda di costruzione entro il 2019. "Sbagliato agitarsi"
Dei documenti svelano i costi (faraonici) per la costruzione del resort tra Cardada e Monte Bré sopra Locarno
Tre consiglieri comunali PS chiedono lumi al Municipio di Locarno sul progetto "megalomane e altamente invasivo"
L'Associazione Salva Monte Brè: "Vogliono comprare e distruggere le case di Brè per saccheggiare un paradiso naturale"
Il direttore di TicinoTurismo Elia Frapolli smentisce un sostegno incondizionato: “Non conoscendo i dettagli è impossibile esprimere un parere”
C'è chi si oppone al progetto tra Cardada e Monte Bré sopra Locarno: "Mancanza di trasparenza e dissimulazione. Ma noi lotteremo"
Una giuria, di cui farebbe parte il sindaco Scherrer, dovrà decidere chi si occuperà del design della struttura. Ma...
La struttura dovrebbe estendersi per quasi 30mila mq. Ma aumenta il malcontento tra gli abitanti
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'