Accedi
Commenti 6

Officine: "No ad un'iniziativa superata"

Il comitato contrario all'iniziativa "Giù le mani dall'Officina" spiega i motivi per votare contro il prossimo 19 maggio

"Si tratta di una soluzione interessante per l’economia del Canton Ticino, per un’intera regione e anche per le maestranze. Ci sarà la possibilità di garantire dei posti di lavoro a persone formate per queste professioni". Così Gabriele Gendotti, già consigliere di Stato e membro del comitato contrario all'iniziativa "Giù le mani dall'Officina", si esprime sul nuovo stabilimento previsto a Castione. Un'opportunità che andrebbe persa se alle urne, il prossimo 19 maggio, dovesse spuntarla il sì. 

Il monito giunge oggi da Bellinzona: l’iniziativa, che chiede di creare una società pubblica di gestione ed il mantenimento del know-how attuale, sarebbe in contrasto con il progetto previsto a Castione dalle FFS, orientato verso nuove attività. Di qui lo slogan della campagna: no al binario morto. No ad un’opzione superata dagli eventi.

"Questa è un’opportunità da non farsi scappare" sottolinea il consigliere nazionale Fabio Regazzi (PPD). "Ci sono molti motivi, i posti di lavoro, ma anche lo sviluppo industriale in un comparto che creerà sinergie con tutto il tessuto del Cantone".

Eppure, lo sappiamo, Gianni Frizzo e compagni non mollano. Le ragioni sono molteplici: si va dalla mancanza di un piano industriale nel medio termine al dimezzamento dei 400 posti di lavoro attuali.

"Intanto i posti di lavoro non spariscono con una ristrutturazione, ma con un piano di prepensionamento, non sarà licenziato nessuno" ribadisce Renzo Ambrosetti, del comitato contrario. "Quello che per me conta è creare posti di lavoro per le nuove generazioni più qualificanti".

Senza contare, conclude il comitato, la riconversione dell’attuale comparto in centro città con tanto di polo tecnologico. Ciò che, a detta dei contrari, spalancherebbe le porte alla speculazione…

"Quello sarà evidentemente compito della gestione comunale e del Cantone" evidenzia Roberta Pantanti, consigliera nazionale (Lega). "Credo che oggi il progetto di speculazione edilizia non ci sia, ci saranno spazi per le residenze. Credo che più importante sia pensare a una riconversione socio-culturale per Bellinzona. In Europa abbiamo tanti esempi di progetti che hanno portato sviluppo alle città".

Tutti i dettagli nel Tg di TeleTicino 

Redazione | 15 apr 2019 18:45

Articoli suggeriti
Tre consiglieri comunali interrogano il Municipio di Locarno sul finanziamento dell'iniziativa "Giù le mani sulle Officine"
In vista della votazione popolare, i collaboratori ribadiscono il sostegno al progetto in una lettera al Ceo delle FFS
L'MPS critica la posizione dei socialisti in merito alla vicenda delle Officine di Bellinzona
Alcuni consiglieri comunali chiedono al Municipio di Bellinzonese in che modo sia finanziata l'iniziativa sulle Officine
Il Municipio di Bellinzona approva il progetto dei comuni della bassa Leventina ma dice no all'iniziativa sulle Officine
L'UFT ha accolto la richiesta delle FFS: le superfici sono ora assicurate, ma non è il preludio a un esproprio
Per la maggioranza del Gran Consigli l'iniziativa va respinta. Si andrà alle urne a maggio
I comuni della Bassa Leventina e i contandini intendono comunque raccogliere firme per rilanciare l'area ex Monteforno
I comuni della Bassa Leventina e i contadini si prendono ancora qualche giorno di tempo per decidere
Il Gran Consiglio ha dato luce verde al messaggio da 100 milioni con 58 voti favorevoli, 10 contrari e 12 astenuti
L'MPS auspica un confronto tra l'iniziativa Giù le mani dall’Officina e il progetto FFS-Cantone-città di Bellinzona
Quasi tutti i deputati hanno firmato il rapporto a sostegno dei 100 milioni. Ma la scelta di Arbedo-Castione non fa l'unanimità
Lettera aperta del deputato PLR Omar Terraneo al CEO delle FFS
Per Giancarlo Seitz "liquidare una storia di 10 anni con un termine di un mese è sbagliato"
I commissari intendono firmare i due rapporti sul credito per Castione e sull'iniziativa popolare entro fine novembre
Il Comitato "Giù le Mani dalle Officine" sul piede di guerra: "L'iniziativa del 2008 al voto se bocciata dal Parlamento"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'