Accedi
Commenti 5

L'iniziativa contro i licenziamenti sostitutivi approda a Berna

Pronzini, Fonio, Lepori e Delcò Petralli sono stati ricevuti in audizione dalla Commissione affari giuridici degli Stati

I deputati Matteo Pronzini (MPS), Giorgio Fonio (PPD), Carlo Lepori (PS) e l'ex deputata Michela Delcò Petralli (Verdi) sono stati ricevuti in audizione a Berna dalla Commissione affari giuridici del Consiglio degli Stati per difendere l’iniziativa cantonale, presentata dal deputato MPS nel novembre 2016 e votata dalla maggioranza del Gran Consiglio, che chiede di rendere abusivi i licenziamenti sostitutivi, ossia quelli a scopo speculativi (vedi articolo suggerito).

L'iniziativa, ricordiamo, invita il Parlamento federale a legiferare su due punti intimamente collegati (l’allargamento del concetto di licenziamento abusivo anche ai cosiddetti “licenziamenti di sostituzione” e l’introduzione della nullità della disdetta nei casi di un comprovato licenziamento abusivo, messo in atto per sostituire un lavoratore con un altro pagato di meno) modificando gli articoli 336 e seguenti del CO in questo senso:

I. La disdetta da parte del datore di lavoro è abusiva se data:

a) con l’obiettivo di sostituire il dipendente licenziato con un altro lavoratore che, a pari qualifiche, percepisce un salario inferiore;
b) per il rifiuto del dipendente di accettare sensibili riduzioni di salario a causa di un forte afflusso di manodopera sul mercato del lavoro (dumping salariale).

II. La disdetta riconosciuta come abusiva ai sensi del punti I lett. a) e b) sopra menzionati è nulla.

Redazione | 15 apr 2019 13:37

Articoli suggeriti
Matteo Pronzini sottolinea l'importanza di creare le giuste condizioni per combattere i licenziamenti sostitutivi
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'