Accedi
Commenti

F.C. Bodio, un'incredibile storia centenaria

Una storia fatta di exploit calcistici e non. I festeggiamenti per questo importante anniversario inizieranno il 5 aprile

A Bodio è ancora vivido il ricordo di quei tempi gloriosi. Il punto più alto di una storia lunga un secolo, quando la squadra della Bassa Leventina approdò per due stagioni in Divisione Nazionale B. Erano gli anni d’oro della Monteforno il cui successo si rifletteva sul campo di calcio.

“È stato già un mezzo miracolo quando la squadra è andata in Serie B – afferma Diego Pesenti, presidente F.C. Bodio - i miei primi ricordi sono di aver frequentato persone che ci giocavano e mi raccontavano del mezzo miracolo per una realtà così piccola. Molti giocatori erano alle dipendenze della Monteforno che consentiva loro di lavorare la mattina ma di allenarsi la sera, quindi il tutto è molto legato all'epoca d'oro delle industrie siderurgiche di Bodio.”

Ancora oggi si avverte il legame con l’industria. Vuoi anche per l’insolita posizione del campo: una fabbrica come cornice, la tribuna coperta; dettagli che portano la mente altrove, a quell’Inghilterra operaia in cui il calcio è religione. Una fede simile si respira a Bodio, squadra passata da una retrocessione volontaria in quinta lega, ma che stoicamente continua ad andare avanti.

“Ho cominciato a militare negli attivi nel '72 – continua Pesenti - all'epoca c'erano molte società con cui si rivaleggiava con una gran voglia di giocare, andando a volte anche sopra le righe. Da sportivo fa dispiacere notare che sono scomparse, perché ogni società che lascia e che non riprende più, lascia dietro di se un vuoto, una storia che si interrompe, ed è peccato!”

Oggi si punta sulle giovani leve consci dell’importanza per la regione di una squadra che cent’anni fa, poco tempo dopo la sua fondazione, contribuì alla nascita della Federazione ticinese. Una storia per certi versi incredibile anche per altri exploit più recenti. L’FC Bodio è forse l’unica squadra del cantone che può vantare una sauna e una jacuzzi nei propri spogliatoi.

"Sono nate con dei guadagni che abbiamo fatto con l'introito di una discoteca nella quale andavano circa 600 persone – afferma Paolo Guzzi, vicepresidente F.C. Bodio - eravamo volontari, compresi i giocatori e abbiamo guadagnato diverse centinaia di biglietti da mille, soldi poi investiti sul campo. I nostri giocatori di 5a divisione sono super contenti di giocare su un bel campo con spogliatoi da anni '50 e sauna e jacuzzi. Direi che sono fortunati per essere la 5a divisione!”

I festeggiamenti per il centenario di questa realtà calcistica unica nel suo genere inizieranno il 5 aprile con la presentazione di un volume dedicato al giubileo.

 

Maggiori dettagli nell'edizione odierna del TG di Teleticino

Redazione | 15 mar 2019 20:03

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'