Accedi
Commenti 1

"È meraviglioso quando un ragazzo dice, mi hai salvato la vita"

Giampietro Ghidini racconta l'esperienza di come reagire di fronte al suicidio di un figlio e come aiutare i ragazzi in difficoltà

Un tema di cui si parla poco, ma che succede, anche in Ticino: la perdita di un figlio che si toglie la vita. Giampietro Ghidini si trova questa sera all'USI di Lugano per incontrare il pubblico e parlare della sua esperienza e di come aiutare gli altri a superare una dolorosa perdita. 

"Cinque anni fa mi trovai sopra un fiume a 200 metri sopra casa mia, era in piena" racconta a Ticinonews. "Un amico di mio figlio mi raccontò che mio figlio aveva preso una droga sintetica e prima di arrivare a casa, si era buttato in quel fiume. Avevo due possibilità. Di buttarmi, di raggiungere mio figlio e cancellare tutto. Oppure di provare a dare un senso più grande alla mia vita". 

 

Redazione | 14 mar 2019 20:25

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'