Accedi
Commenti 6

Schierano il parroco, è bufera a Vacallo

Dopo le polemiche, retromarcia del prete sulla casa anziani: "Neanche nei film di don Camillo lo scontro è così acceso..."

Il coinvolgimento del parroco locale, don Simone Bernasconi, nella votazione sulla casa per anziani in zona Concabella - in programma il prossimo 25 novembre - ha scatenato il putiferio a Vacallo. Il suo nome è infatti comparso nella lista dei sostenitori al progetto, pubblicato sul sito web del fronte del "sì". 

Più di un cittadino, riferisce il Corriere del Ticino, ha lamentato una sorta di invasione del campo politico da parte del religioso, che potenzialmente è in grado di influenzare l'orientamento dei fedeli con diritto di voto. Scoppiata la bufera, il prete ha fatto rimuovere il suo nome dall'elenco incriminato.

"Credo ci sia stato un malinteso di fondo" ha dichiarato don Simone Bernasconi al Corriere del Ticino. "Io sono da sempre vicino agli anziani e ai malati ed ero d'accordo di sostenere il progetto, non avevo però capito che il mio nome sarebbe stato pubblicato sul sito Internet dei favorevoli. Persone che mi aiutano sono schierate per entrambe le fazioni e non voglio dividere la parrocchia, in questo momento lo è già il paese, per questo ho chiesto di rimuovere il nome. Dell'argomento ho parlato anche in chiesa qualche giorno fa, lo scontro da politico è diventato partitico e ho preferito fare un passo indietro e restare sopra le parti. Credo che sia esagerato litigare così, nemmeno nei film di Peppone e don Camillo lo scontro era così acceso e personale».

Maggiori dettagli sul Corriere del Ticino 

 

 

 

Redazione | 9 nov 2018 06:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'