Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 3

Diluvio in arrivo, il Cantone in preallarme

Le abbondanti precipitazioni previste nei prossimi giorni preoccupano i geologi: "Forte rischio di frane, ma attivate misure urgenti"

Da un estremo all'altro. Se ieri abbiamo superato il record del giorno più caldo mai registrato in ottobre, quello che ci aspetta è un weekend all'insegna della pioggia. E che pioggia. Di acqua ne scenderà veramente tanta. Almeno stando alle previsioni di Meteo Svizzera che oggi ha diramato una preallerta per tutto il Canton Ticino, da sabato a martedì: grado 4 per le aree in rosso, grado 3 per quelle in arancione, ovvero Valle Maggia, Verzasca e Locarnese (vedi mappa allegata).

La situazione preoccupa i geologi: le intense precipitazioni seguiranno infatti a un periodo di forte siccità: "Il rischio è di tipo idrogeologico" spiega il geologo Urs Lüchinger ai microfoni di TeleTicino. "Si tratta di avere una situazione di partenza anomala con terreni asciutti, secchi e anche le rocce sono asciutte. L'arrivo improvviso di molta acqua può provocare il distacco o di terreni, sottoforma di frane, ma anche crolli di roccia e distacchi di massi."

Problemi – secondo Lüchinger - anche per i corsi d’acqua che durante l’estate non sono riusciti a smaltire i sedimenti accumulatisi nelle valli. "Una pioggia violenta e abbondante potrebbe caricare i fiumi di sedimenti in modo anomalo e indurre alla formazione di flussi detritici. I fiumi più grossi, se si gonfiano, porteranno molto materiale."

Questo cosa comporta? "Problemi alle camere di ritenuta dei vari consorzi e quindi bisognerà correre con i mezzi scavatori e liberarli in fretta per permettere ancora la loro funzionalità."

Preoccupazioni condivise anche dall'Ufficio cantonale dei corsi d’acqua, che oggi, dopo un vertice con MeteoSvizzera, ha attivato il suo piano d’emergenza, preallertando comuni e polizia e picchetti dipartimentali. "Abbiamo attivato tutte le procedure tradizionali" spiega Andrea Salvetti dell'Ufficio cantonale corsi d’acqua. "Saremo sul terreno per monitorare la situazione e i piccoli e medi corsi d'acqua saranno più sollecitati. Le strade cantonali hanno il loro picchetto e sono allertate, insieme alla polizia cantonale. Siamo preparati a questo evento, ma non sappiamo il dove e quando".

Maggiori dettagli nel servizio di TeleTicino

Redazione | 25 ott 2018 18:50

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'