Accedi
Commenti 18

"Hanno portato via mia figlio, vi prego aiutatemi"

Una madre disperata cerca giustizia: "Da due settimane non vedo più mio figlio". Domani manifestazione di fronte al Municipio di Massagno

Domattina, alle 10.00 al Municipio di Massagno, una madre cercherà di ottenere giustizia. La donna, di origine russa, sostiene infatti che l'Arp 5 di Massagno le abbia ingiustamente tolto la custodia del figlio, per darla al padre. "Non hanno neanche controllato se le accuse che l'uomo ha fatto nei miei confronti fossero vere", spiega a Ticinonews.

Ma procediamo con ordine: dopo un primo figlio con un uomo, la donna ha avuto un altro bambino da un secondo compagno. Uomo che, secondo la testimonianza della madre, non voleva che portasse a termine la gravidanza. "Ricordo quando gli dissi che aspettavo un bambino, eravamo in auto e il suo papà guidava ad una velocità folle per spaventarmi e faceva uno slalom tra le macchine. A questo punto il giorno seguente gli dissi che avevo abortito perché volevo solo sparire, perché avevo paura di lui. Da lì non ci siamo più frequentati per un po’".

Tuttavia, dopo la nascita del figlio l'uomo ritorna e sembra voler rimettere a posto la situazione. Passano i mesi ma la situazione non migliora. Anzi il padre, con delle accuse, segnala la madre in ARP. L’ARP istituisce una supercautelare nei confronti della madre, che la Pretura di Lugano conferma. "Ma questo è assurdo - racconta la donna - non è stata fatta alcuna indagine e ora mio figlio sta in casa neanche con suo padre, ma con la sua donna delle pulizie. E, a causa della negligenza del padre e della sua famiglia, si è già fatto molto male due volte".

Per questo domani la manifestazione di fronte al Municipio: "Ci saranno molte persone che conoscono la situazione e la trovano assurda, ma anche genitori che, a causa delle Arp, hanno subito ingiustizie. Per questo tutte le persone che non possono vedere i propri figli sono invitati".

Redazione | 21 ott 2018 12:11

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'