Accedi
Commenti 6

Christian R. è ancora a piede libero

Il pirata del Gottardo si è dato malato, rifiutando di farsi visitare. La Polizia potrebbe prelevarlo con la forza

Christian R., il pirata della strada tedesco che nel luglio 2014 aveva sfrecciato a tutta velocità nella galleria del San Gottardo compiendo diversi sorpassi azzardati al volante della sua BMW Z4 (recentemente battuta all'asta), non è ancora dietro le sbarre.

Il 44enne era stato condannato in contumacia il 20 febbraio 2017 dalla Corte delle Assise criminali di Lugano a 30 mesi di detenzione, di cui dodici da scontare. Dopo un lungo iter giudiziario l'alta Corte di Stoccarda aveva stabilito che avrebbe dovuto scontare la pena in patria, ma Christan R. si era dato malato e aveva più volte rifiutato di sottoporsi all'esame di un esperto.

Tuttavia, spiega la procura di Stoccarda in un comunicato citato dalla RSI, se continuerà a non collaborare la Polizia potrebbe prelevarlo di forza al suo domicilio.

Redazione | 11 ott 2018 18:12

Articoli suggeriti
La BMW con cui il pirata tedesco ha commesso diverse infrazioni nel San Gottardo verrà venduta il prossimo 2 ottobre
Tre scenari possibili per il pirata del San Gottardo, dichiaratosi malato e inabile al carcere
Il 42enne tedesco condannato lunedì a Lugano sembra sicuro di sé. Ma potrebbe comunque finire in carcere
Il 42enne è stato condannato stamattina a Lugano, in contumacia. Il giudice Ermani: "Comportamento scellerato"
Oggi a Lugano si apre il processo a carico dell'autore di una delle più gravi infrazioni mai registrate in Svizzera
Non si è presentato in aula, ieri a Lugano, il 42enne tedesco autore di una delle peggiori infrazioni di sempre
Il pirata della strada tedesco si è dichiarato "inabile alla carcerazione" e non si è presentato come gli era stato intimato
Il pirata del Gottardo ha iniziato ad espiare la condanna a 12 mesi di carcere inflittagli dal Tribunale d’Appello del Baden-Württemberg
Per la Corte d'Appello del Baden-Württenberg la condanna da scontare è "severa ma sopportabile"
Il Consigliere di Stato: "Il gioco di squadra tra i servizi del mio Dipartimento con le Autorità federali hanno dato i propri frutti"
Il Tribunale d’Appello del Baden-Wurttemberg ha ribaltato tutto: il 42enne Christian R. dovrà scontare 12 mesi
La Segreteria di Stato della migrazione ha emesso un divieto d'entrata valido fino al 2027
La Magistratura di Stoccarda contesta la mancata applicazione della pena elvetica nei confronti del pirata tedesco
Il direttore del DI ribatte: "In Svizzera non potrà più sfrecciare come un folle". Chiesto anche il divieto d'entrata
Il Tribunale di Stoccarda ha considerato inammissibile la richiesta del Tribunale ticinese, limitandosi ad una multa
Il Consigliere di Stato leghista sul pirata della strada tedesco che lo irrideva: "Ora non potrà tornare in Svizzera"
Per la Procura di Stoccarda il pirata condannato a Lugano deve scontare la pena in Germania. Ma ha ancora la patente
Trasmessa una richiesta di esecuzione della pena. Gobbi: "Attendiamo che la giustizia faccia il suo corso"
La magistratura tedesca deve stabilire se la condanna di Lugano sia applicabile anche in Germania
Il 42enne Christian R. dovrà spiegare il proprio comportamento a un giudice tedesco. Finirà in carcere?
Le autorità tedesche prenderanno provvedimenti nei confronti di Christian R. Non si sa se finirà in carcere
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'