Accedi
Commenti 9

Bordate liberali sul LAC, Badaracco: "Non me l'aspettavo"

La presa di posizione dell'Ufficio presidenziale contro l'operato dell'Ente autonomo ha sorpreso il municipale: "Come un attacco"

Il PLR luganese si spacca sulla vicenda Finzi Pasca. La presa di posizione di ieri dell'Ufficio presidenziale (UP) del PLR luganese, che si è distanziato dall'Ente autonomo del LAC, presieduto dal municipale liberale Roberto Badaracco, ha sorpreso quest'ultimo. "Non me lo aspettavo" ha affermato al Corriere del Ticino. "E non penso che questo sia il modo giusto per comunicare, così si rischia solo di gettare ulteriore benzina sul fuoco". 

Oltre a criticare l'atteggiamento dell'Ente, l'UP luganese ha sollevato anche dubbi sull'operato del sindaco Marco Borradori: "Il rifiuto di sedersi attorno a un tavolo per trovare una soluzione a delle divergenze non è mai un segnale positivo nei confronti dei cittadini" ha scritto l'UP luganese in una nota. "In un momento così delicato ci interroghiamo anche sull'autorevolezza del sindaco di Lugano, che si era preso l'onere di far sedere le parti al tavolo delle discussioni. Di parole se ne sono sentite tante, i fatti stanno a... zero".

Parole che hanno creato malumore e che Badaracco ha percepito "come una sorta di attacco" nei suoi confronti. E su questo aspetto ha incassato la solidarietà del collega Michele Bertini: "Capisco il suo sconforto, che ho vissuto anch'io, è da tempo che va avanti questo problema interno al partito". 

Maggiori dettagli sul Corriere del Ticino

Redazione | 11 ott 2018 06:41

Articoli suggeriti
L'Ufficio presidenziale luganese critica l'atteggiamento dell'Ente nella polemica con Finzi Pasca e l'operato del sindaco: "Tante parole ma i fatti stanno a zero"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'