Accedi
Commenti 1

Un astronauta sbarca in Ticino: "Dallo spazio si vede che.."

L'intervista esclusiva di TeleTicino a Maurizio Cheli, astronauta con 370 ore di attività spaziale, a Lugano per parlare di energia e inquinamento

Catapultarsi tra le stelle. Sperimentare in prima persona nuove leggi fisiche. Pensare alla Terra non dalla tua città; dal tuo paese. Ma da ben altra prospettiva. C’è chi lo ha fatto. C’è chi, inevitabilmente, da queste esperienze è stato segnato. Come Maurizio Cheli, astronauta, ufficiale e aviatore italiano ospite d’eccezione al Forum Raiffeisen di Lugano.

Da bambini in tanti vogliono di fare da grandi gli astronauti. Ma dai sogni alla realtà, qual è il percorso per diventare astronauta?
Sono diventato pilota militare, pilota collaudatore poi un giorno si è aperto un concorso pubblico e io mi sono candidato, sono stato vincitore e sono entrato alla NASA come astronauta, una sensazione magnifica.

Forse per lei può essere una domanda banale, ma quali sono le cose che si vedono dallo spazio?
Si vede molto bene la curvatura della terra, l'atmosfera e tutto quello che l'uomo fa alla nostra terra di brutto nella vita di tutti i giorni. Si vede lo smog, la deforestazione, la siccità. Bisogna essere molto più attenti al nostro ambiente perché la Terra è la nostra unica astronave e ce ne dobbiamo occupare.

La nostra unica astronave, appunto. Perché dunque investire soldi e risorse nello spazio se i problemi qui sulla Terra non mancano?
Si va nello spazio soprattutto per vivere meglio sulla terra, cosa che forse molti dimenticano. Si sfrutta questo grande laboratorio naturale, dove c'è assenza di peso, per poter portare a termine degli esperimenti che sulla terra sarebbero impossibili.

Una scelta di vita che porta al confronto con cifre che sfuggono l’intelletto umano. Con la consapevolezza di non essere il centro dell’universo.
Se pensiamo che ci sono circa cento miliardi di stelle con il sole solo nella nostra galassia, e cento miliardi circa di galassie conosciute, c'è sicuramente qualcosa, una vita che potrebbe anche assumere aspetti molto diversi dalla nostra.

Un domani viaggi come quelli che ha fatto lei saranno possibili anche per chi non è astronauta?
Io ci credo al turismo spaziale, è sicuramente qualcosa che nel futuro molte più persone potranno permettersi.

E colonizzare lo spazio?
Penso che ci si arriverà ma non sarà a breve. Uno dei programmi futuri è quello di creare una colonia sulla luna.

Il servizio nell'edizione odierna del TG di TeleTicino

 

Laura Milani | 10 ott 2018 21:55

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'