Accedi
Commenti

Abrogazione LIA: "Tempo un mese, poi si decide"

Amanda Rückert sul compromesso trovato in Legislazione: "Da ottobre la LIA costerà 100mila franchi al mese allo Stato"

La discussione sull'abrograzione della LIA è stata stralciata dall'ordine del giorno del Gran Consiglio della prossima settimana. La Commissione della legislazione ha infatti deciso di rinviare la discussione per approfondire le alternative. "Ma la linea della maggioranza della Commissione rimane chiara", precisa la presidente Amanda Rückert (Lega), ovvero "quella di sostenere il rapporto di maggioranza (ndr. firmato dalla stessa deputata e da Lara Filippini, La Destra), che chiede di abrogare la legge e conferire il mandato alla sottocommissione di studiare proposte alternative che siano conformi al diritto federale. 

"Nessuno ha cambiato idea" precisa Rückert, smentendo che sia stata adottata "la linea PLR", che la scorsa settimana, a sorpresa, aveva presentato un messaggio di minoranza, firmato dal deputato Giorgio Galusero, nel quale si chiede di congelare per un anno la legge. 

"Alcuni gruppi, tra cui il PS e il PPD, hanno richiesto che venissero espletati ulteriori approfondimenti, già prima della sottoscrizione del rapporto" spiega Rückert. "In questi giorni la sottocommissione si è ritrovata, mettendo sul tavolo proposte concrete e attuabili come alternative alla LIA. Per questo motivo si è trovato il compromesso di sottoporle alla prossima seduta parlamentare di ottobre. Diamo tempo un mese ai gruppi parlamentari di analizzarle, ma poi si decide". 

"Ogni mese in più di LIA significano costi pari a 100mila franchi al mese a carico dei contribuenti" aggiunge Rückert. A fine settembre finiscono infatti le riserve della Commissione di vigilanza LIA, che finora si è autofinanziata grazie alle tasse di iscrizione e alle multe incassate durante l'anno. "Ma da ottobre sarà a carico dello Stato". 

 

 

Redazione | 12 set 2018 18:50

Articoli suggeriti
La Commissione della Legislazione ha deciso di approfondire alternative per salvaguardare la legge
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'