Accedi
Commenti 4

"Fingeva di essere un richiedente asilo ma è un terrorista"

Le autorità ticinesi hanno fermato un cittadino nordafricano con legami con il terrorismo islamico

Il suo cammino è terminato alcune settimane fa nel nostro Cantone. Lui è un cittadino nordafricano con legami col terrorismo islamico. Lo conferma il consigliere di Stato Norman Gobbi sul suo profilo Facebook. 

"Alcune settimane fa abbiamo proceduto al fermo e alla conseguente incarcerazione di un pericoloso migrante che - camuffato nei panni di richiedente l’asilo - voleva entrare nella Confederazione o utilizzarla come nazione di transito" scrive il ministro. "Il nordafricano è stato identificato e fermato grazie alla funzionante rete di controllo attuata al confine dalle autorità federali, volta a depistare i “lupi vestiti d’agnello”. Era infatti legato al terrorismo internazionale". 

L’uomo è stato rimpatriato ieri in modo forzato verso il suo paese d’origine. Su di lui pendeva un divieto di entrata in Svizzera. Fermato per un controllo amministrativo, l'uomo pare fosse intenzionato a chiedere asilo, ma il suo nome aveva fatto scattare l'allarme non appena oltrepassato il confine.

Maggiori dettagli nel servizio di TeleTicino

 

Redazione | 9 ago 2018 18:46

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'