Accedi
Commenti 15

I Giovani UDC donano 100 franchi alla Bregaglia

Il movimento invita la popolazione ticinese a seguire il suo esempio. "Dobbiamo mostrare un Ticino unito e solidale"

I Giovani UDC Ticino comunicano oggi di aver deciso di donare 100 franchi al Comune di Bregaglia "per aiutare il finanziamento della messa in sicurezza della zona colpita e a contribuire alle spese causate dallo scoscendimento del pizzo Cengalo" e invitano la popolazione a seguire il loro esempio.

"Siamo consapevoli che solo 100 franchi non bastano minimamente a coprire le spese di questa terribile tragedia, ma speriamo che con questo gesto simbolico altri ticinesi seguiranno il nostro esempio e doneranno anche loro qualcosa alla causa" scrivono i Giovani UDC Ticino in una nota stampa. "Sono infatti le piccole somme come questa che sommate a tutte le altre possono fare la differenza per gli abitanti della valle Bregaglia."

"Con questo comunicato stampa invitiamo inoltre pubblicamente gli altri movimenti giovanili del cantone a fare lo stesso, e a sensibilizzare i loro membri e a fare un po’ di propaganda sui loro canali social affinché il messaggio di solidarietà venga recepito da più persone possibili" proseguono i Giovani UDC Ticino. "Dobbiamo mostrare un cantone unito (anche sul piano politico) e solidali con i nostri vicini della Bregaglia, ora che ne anno tanto bisogno."

I Giovani UDC Ticino ricordano che le donazioni possono essere effettuate direttamente sul conto appositamente aperto dal Comune di Bregaglia:

Banca Cantonale Grigione
Comune di Bregaglia, Casella postale 36, 7606 Promontogno
Numero del conto corrente: 10 057.718.112
IBAN: CH33 0077 4010 0577 1811 2
BIC (SWIFT): GRKBCH2270A

Segnalano inoltre che pure la catena della Solidarietà ha aperto un apposito conto per aiutare in particolar modo le famiglie e le imprese di Bondo. Maggiori informazioni su: https://www.catena-della-solidarieta.ch/aiutate-bondo/

 

Redazione | 4 set 2017 09:38

Articoli suggeriti
Questa la spiegazione di un idrobiologo alle particolari tonalità assunte dal Lario in questi giorni
A causa delle frane migliaia di frontalieri si trovano le strade bloccate e chiedono un aiuto finanziario a Berna
I livelli dei fiumi dovrebbero diminuire, ma sul Pizzo Cengalo c'è fino a un milione di m3 di roccia in movimento
I lavori di sgombero sono stati sospesi per motivi di sicurezza e il villaggio di Bondo resta evacuato e isolato
Bloccata la strada del Maloja e danneggiate diverse case a Spino, Sottoponte e Bondo. Evacuato un albergo
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'