Accedi
Commenti 10

Resta in carica l'avvocato indagato

Giuseppe Aostalli-Adamini può continuare a fare il giudice di pace a Vezia. "Siamo in attesa di accertamenti"

L'avvocato Giuseppe Aostalli-Adamini, finito sotto inchiesta per una controversa compravendita immobiliare a Lugano, può continuare a esercitare la sua funzione di giudice di pace del circolo di Vezia.

Lo afferma il presidente del Consiglio della magistratura, Werner Walser, sulle pagine del Corriere del Ticino di oggi. "Il Consiglio della magistratura è in attesa degli accertamenti da parte del Ministero pubblico" spiega Walser. "Una volta in possesso degli elementi necessari valuteremo se vi siano gli estremi per una sospensione del giudice di pace dalle sue funzioni."

La procuratrice pubblica Fiorenza Bergomi sta intanto cercando di ricostruire i retroscena delle transazioni contestate, per capire se Aostalli-Adamini abbia abusato della sua posizione di presidente della Commissione LAFE per il distretto di Lugano.

"Il Consiglio riceve a volte segnalazioni sull'attività dei magistrati, riguardanti segnatamente la durata di trattazione delle pratiche" spiega ancora Walser. "Si tratta di segnalazioni sporadiche che concernono singoli casi, che riguardano i magistrati dei vari ordini e che di regola non richiedono interventi. Ciò premesso, per quanto noto a questo Consiglio, la situazione della giudicatura di pace del circolo di Vezia risulta regolare."

Redazione | 9 giu 2016 06:47

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'