Accedi
Commenti 24

"Il Ticino è tornato alla ragione"

L'editorialista de "L'Hebdo" commenta il voto ticinese. "Si è capito che il voto di protesta può avere conseguenze eccessive e funeste"

C'è sorpresa, Oltralpe, per il voto espresso dai cittadini ticinesi sull'iniziativa Ecopop.

Secondo tutti i sondaggi, il nostro Cantone avrebbe dovuto essere l'unico ad accettare l'iniziativa che voleva porre un drastico freno alla crescita della popolazione. E molti politologi spiegavano già il SÌ dei ticinesi con le solite ragioni: voto di protesta, insoddisfazione per gli effetti della libera circolazione, volontà di farsi sentire a Berna e così via.

Invece no, se in febbraio il 68,2% dei ticinesi aveva accolto l'iniziativa UDC contro l'immigrazione di massa, oggi il 63,2% ha respinto Ecopop.

Chantal Tauxe, nota editorialista de "L'Hebdo", commenta il nostro voto con un articolo dal titolo "La giravolta del Ticino"

"Nel febbraio scorso il Ticino aveva destato scalpore con il suo 68,2% di SÌ all'iniziativa contro l'immigrazione di massa" scrive Tauxe. "In questo 30 novembre stupisce di nuovo, respingendo Ecopop alla parti di tutti gli altri cantoni, con il 63% di NO. Come spiegare questa giravolta?"

"Innanzitutto vale la pena osservare le cifre nel dettaglio. Prima constatazione: la partecipazione è in forte calo, è passata dal 57,8% di febbraio al 45,8% di oggi. Molti scontenti degli effetti della libera circolazione non sono andati a votare. Una constatazione da verificare su scala nazionale."

"Il campo degli oppositori a misure estreme contro l'immigrazione si è un po' rinforzato: in Ticino il testo dell'UDC aveva raccolto 58'589 NO, Ecopop 60'948 NO."

"C'è dunque un ritorno alla ragione, una presa di coscienza che il voto di protesta volto a "inviare un segnale alle autorità" può avere delle conseguenze eccessive e funesti" conclude Tauxe. "Ma tutte le anime e tutti i cuori non sono ancora convertiti, visto che un numero non indifferente di cittadini non si è preso la briga di esprimersi."

Redazione | 30 nov 2014 15:48

Articoli suggeriti
Il PS esprime soddisfazione per i risultati sull'oro e su Ecopop. "Peccato non aver abolito i privilegi dei ricchi stranieri nullafacenti"
ll sindacato esulta per la bocciatura di Ecopop, ma deplora il voto sui forfait fiscali. "I difensori dei superricchi hanno creato un clima di allarmismo"
Dopo il sorprendente "no" ticinese a Ecopop, sono in arrivo le prime reazioni
I promotori dell'iniziativa Ecopop non credono già più nel successo. "Gli oppositori hanno speso 30 volte più di noi"
A sorpresa, 63,2% dei votanti ticinesi ha bocciato Ecopop. Netta bocciatura pure a livello nazionale, per tutte e tre le iniziative
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'