Tornano le zanzare, ecco cosa fare
Il Centro allergie svizzera (aha!) dà alcuni consigli su come comportarsi. Un esempio? Indossare all'aperto indumenti chiari, lunghi e non aderenti
di Keystone-ATS/T.S.
Tornano le zanzare, ecco cosa fare
Immagine Shutterstock

L'estate è spesso sinonimo di zanzare. Tuttavia, come indica il Centro allergie svizzera (aha!) in una nota, una reazione allergica grave si verifica solo in casi estremamente rari, e ciò anche se la responsabile è una “tigre”.

Rapida diffusione della zanzara tigre
In Svizzera vivono 35 specie di zanzare autoctone e tre specie esotiche. Una di queste ultime, la “tigre”, è un'osservata speciale perché può trasmettere i virus Dengue o Zika. Secondo l'Istituto tropicale e di salute pubblica svizzero (Swiss Tph), tuttavia, in Svizzera non sono ancora stati documentati casi. Cionondimeno, la zanzara tigre si sta diffondendo velocemente nel nostro Paese e per questo motivo viene combattuta. Dal punto di vista delle allergie, non si differenzia invece dalle zanzare locali: nella maggior parte dei casi le sue punture sono solo fastidiose e prudono, afferma aha!

Cosa può succedere
Più in generale, l'entità della reazione cutanea dipende dal numero di punture, dal tipo di zanzara e dalla persona punta. Nel caso di un'allergia al veleno delle api o delle vespe la situazione è però completamente diversa. Le punture di questi insetti possono causare una reazione pericolosa in tutto il corpo come orticaria, gonfiori, nausea, difficoltà respiratorie, perdita di coscienza e, nel peggiore dei casi, uno shock allergico (anafilattico) potenzialmente letale. “Fortunatamente - precisa Schmid-Grendelmeier, il presidente del Consiglio scientifico di aha! citato nella nota - una puntura di zanzara non scatena quasi mai allergie di questa gravità“.

Come comportarsi
Per la vice-responsabile dei Servizi specializzati presso aha! Roxane Guillod, la miglior cosa da fare se si viene punti è “ignorare”. Per evitare l’ingresso di batteri nel corpo, bisognerebbe inoltre non grattare la puntura. Se il prurito è insopportabile, aha! consiglia di “schiaffeggiare il punto interessato”. Può essere utile anche raffreddare o applicare un'apposita crema. Se l'infiammazione è particolarmente estesa, il medico può prescrivere una pomata a base di cortisone ed eventualmente un antistaminico da assumere per un breve periodo.

Alcuni consigli
Evidentemente l'ideale sarebbe evitare di farsi pungere. Centro allergie svizzera dà alcuni consigli: indossare all'aperto indumenti chiari, lunghi e non aderenti, o utilizzare i repellenti. Le reti anti-insetti tengono le zanzare fuori casa, le zanzariere le tengono lontane dal letto. Aha! consiglia poi, per non offrire siti riproduttivi a questi insetti molesti, di non lasciare sul balcone, sul terrazzo o in giardino recipienti contenenti acqua stagnante come vasi per piante, serbatoi per l'acqua piovana e piscine.

  • 1