Disordini di San Gallo, liberati i 60 fermati
Nel frattempo la polizia accoglie ancora denunce per danneggiamenti
di Keystone-ATS
Disordini di San Gallo, liberati i 60 fermati

Sono state liberate le 60 persone fermate la scorsa notte dalla polizia di San Gallo per accertamenti. Gli interventi si sono resi necessari dopo che nuovi appelli allo scontro con le forze dell’ordine erano stati lanciati sui social media.

Ulteriori danneggiamenti hanno potuto essere evitati, ha detto il portavoce della polizia cittadina Roman Kohler all’agenzia Keystone-ATS. Materiale pericoloso è stato confiscato e, come già riferito, circa 500 persone sono state fatte allontanare.

Kohler valuta l’operato della polizia corretto. Nuovi scontri sono stati infatti impediti. Le persone allontanate che si sentono trattate ingiustamente hanno la possibilità di sporgere un reclamo scritto alla polizia.

Dopo gli incidenti di venerdì erano stati calcolati danni per circa 50’000 franchi, una cifra che potrebbe ancora salire. La polizia accoglie ancora eventuali denunce per danneggiamenti.

  • 1