Cambio grivnia-franchi possibile da lunedì
Il tasso di cambio è fissato dalla banca centrale dell’Ucraina. La soluzione approvata oggi si ispira ai programmi proposti dall’Unione europea, già messi in atto da alcuni Stati membri come la Germania, l’Italia, la Svezia, i Paesi Bassi e il Belgio
di Keystone-ATS
Cambio grivnia-franchi possibile da lunedì
Immagine Shutterstock

Da lunedì prossimo 27 giugno, i profughi ucraini che hanno ricevuto lo statuto di protezione S potranno cambiare le somme liquide in loro possesso, grivnia, in franchi svizzeri. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale. L’operazione, sottolinea un comunicato governativo, sarà possibile un’unica volta, presso UBS e Credit Suisse, e per un importo limitato (300 franchi pari a 10 mila grivnia).

Massimo 10mila grivnia
Da lunedì, gli adulti ucraini potranno cambiare un importo massimo di 10 mila grivnia, pari a circa 300 franchi svizzeri, effettuando l’operazione un’unica volta e in determinate filiali di UBS e Credit Suisse. Il tasso di cambio è fissato dalla banca centrale dell’Ucraina. La soluzione approvata oggi si ispira ai programmi proposti dall’Unione europea, già messi in atto da alcuni Stati membri come la Germania, l’Italia, la Svezia, i Paesi Bassi e il Belgio. Il traffico dei pagamenti senza contanti da e verso l’Ucraina è garantito. Consentendo agli Ucraini con statuto di protezione S di cambiare denaro contante, la Svizzera fornisce loro ulteriori mezzi di sussistenza.

  • 1