Arriva presto la terza dose?
Swissmedic sta analizzando le richieste di Pfizer e Moderna, che settimana scorsa hanno presentato domanda per modificare le attuali raccomandazioni
Redazione
Arriva presto la terza dose?
Immagine Shutterstock

Swissmedic sta esaminando un’estensione dell’omologazione per una terza dose dei vaccini anti COVID-19 di Pfizer/Biontech e Moderna. Entrambe le aziende farmaceutiche hanno infatti presentato la scorsa settimana le domande di modifica delle attuali raccomandazioni concernenti le dosi dei rispettivi vaccini anti-Covid all’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici. Lo indica lo stesso istituto in una nota odierna.

Si valutano i dati clinici
Swissmedic sta in particolare valutando i dati clinici presentati sulle terze dosi (i cosiddetti «booster») dalle due aziende in termini di sicurezza ed efficacia nonché verificando se i dati presentati siano sufficienti per estendere l’indicazione in modo corrispondente. Per ora i vaccini di Moderna e Pfizer/Biontech sono omologati in Svizzera per le persone a partire dai 12 anni ed entrambi i vaccini vengono somministrati in due dosi. “La tempistica di una decisione sulle modifiche dell’omologazione dipende dai dati presentati e dai risultati degli studi clinici”, precisa Swissmedic.

La vaccinazione di richiamo
La «vaccinazione di richiamo» consiste in un’ulteriore dose di vaccino che viene somministrata alle persone vaccinate con un’immunizzazione di base completa dopo un determinato periodo di tempo per stimolare la memoria immunologica. Le vaccinazioni di richiamo sarebbero indicate non appena la protezione dopo l’immunizzazione di base completa non basta più per prevenire i decorsi gravi della malattia COVID-19. Gli attuali dati clinici dei vaccini a mRNA utilizzati finora in Svizzera come pure i risultati degli studi osservazionali mostrano che, con due dosi somministrate, la protezione contro i decorsi gravi della malattia è mantenuta. Pertanto, secondo le raccomandazioni della Commissione federale per le vaccinazioni (CFV), in Svizzera al momento non c’è una grande esigenza di vaccinazioni di richiamo in generale.

  • 1