Accedi
Commenti 2

Come un uragano, Ciara sfiorerà il Ticino

Dopo Petra, un'altra tempesta sta per abbattersi sulla Svizzera interna, e anche il Ticino potrebbe essere toccato

Dopo Petra, tra oggi pomeriggio e martedì sera Ciara farà una visita indesiderata oltralpe. MeteoSvizzera prevede una forte tempesta, proveniente dall'Atlantico, con raffiche di vento di oltre 100 km/h in pianura e fino a 200 km/h in montagna.

MeteoSvizzera ha quindi emesso un'allerta per forti venti di livello 4 su una scala di 5. L'allerta è valida da questa sera per parte della Svizzera nordoccidentale e da lunedì per tutto il Nord delle Alpi. Sopra i 2000 metri previsti fino a 30cm di neve.

Tempesta o uragano?

Secondo quanto riportato oggi da Le Matin, esiste un dibattito tra gli esperti se Ciara possa essere classificato come tempesta o addirittura come uragano. "L'uragano è un fenomeno particolare che si osserva nelle zone tropicali", ha commentato Nicolas Borgognon di MeteoNews al quotidiano romando, "di principio quando questo succede sulle zone dell'oceano Atlantico si parla di tempesta. Però, secondo la scala di Beaufort, quando i venti superano i 117 km/h si parla di raffiche comparabili a quelle che si osserverebbe in un uragano. Nel caso di Ciara ci possiamo aspettare, in zone di montagna del Jura e sulle Alpi, raffiche da 170 a 190 km/h. Forse addirittura 200 km/h"

Cosa deve aspettarsi il Ticino? 

Gran parte del nostro Cantone sembrerebbe essere al sicuro, MeteoSvizzera ha però emesso un'allerta di livello 3 per le regioni del nord del Cantone, come la Val di Blenio e la Val Leventina, che potrebbero essere comunque toccate delle conseguenze della tempesta.

 

MJ/ATS | 9 feb 2020 11:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'