Accedi
Commenti

Cancellati articoli sullo scandalo sessuale di Zugo

Il Consiglio svizzero della stampa bacchetta Ringier per aver rimosso articoli dalla banca dati svizzera dei media

La cancellazione di oltre 200 articoli del Blick dalla banca dati svizzera dei media (SMD) non è piaciuta alla presidenza del Consiglio svizzero della stampa, che punta il dito contro Ringier. Secondo l'organo di autocontrollo dei giornalisti, questa interferenza negli archivi distorce l'immagine di ciò che i media hanno pubblicato sul caso Spiess-Hegglin/Hürlimann.

Jolanda Spiess-Hegglin, gran consigliera ecologista di Zugo, era finita al centro di uno scandalo sessuale a causa di un fugace rapporto intimo con l'ex presidente dell'UDC cantonale e suo collega in parlamento Markus Hürlimann, nel dicembre 2014. Una vicenda che ha avuto parecchia risonanza sulla stampa.

Spiess-Hegglin rimproverava a Hürlimann di aver approfittato di lei versandole nel bicchiere gocce di uno stupefacente, la cosiddetta droga dello stupratore. L'uomo ha sempre contestato questa versione, pur ammettendo che vi era stato un rapporto sessuale consenziente. I due hanno di recente trovato un accordo extragiudiziale, con Hürlimann che ha ritirato la denuncia per calunnia e diffamazione nei confronti dell'ex collega.

In una nota odierna, il Consiglio svizzero della stampa bacchetta Ringier per la soppressione dalla SMD di numerosi articoli in relazione alla vicenda. "Affinché le generazioni future possano attingere a dati attendibili un archivio deve essere per quanto possibile completo", si legge nel comunicato.

Questa banca dati dei media ha il compito essenziale, prosegue il consiglio, di preservare tutti gli oggetti appartenenti al suo campo di raccolta: solo così può rappresentare una vera e propria memoria storica. Stando all'organo, è dunque inaccettabile che Ringier abbia rimosso di propria iniziativa un intero complesso di articoli.

Ciò sarebbe ammissibile solo in casi del tutto eccezionali, come in seguito a un'ordinanza giudiziaria. Un tale gesto, conclude il consiglio, sarebbe discutibile persino in un archivio aziendale, a maggior ragione in un database mediatico.

La banca dati svizzera dei media è detenuta per un terzo da Ringier, per un terzo da Tamedia e per un terzo dalla SSR. Nata nel 1996, raggruppa milioni di documenti pubblicati in Svizzera. Parte di questa raccolta è consultabile, a pagamento, anche da clienti esterni al settore.

Keystone-ATS | 15 apr 2019 16:43

Articoli suggeriti
Il Consiglio della stampa ha sentenziato che per il caso Spiess-Hegglin è stato violato il codice deontologico
La granconsigliera di Zugo chiede risarcimenti per gli articoli pubblicati dal quotidiano sullo scandalo sessuale che l'ha vista protagonista
La deputata dei Verdi scrive la sua versione dei fatti su Facebook. "Mai avuto relazioni extraconiugali"
Fermato il presidente dell'UDC Markus Hürlimann. È accusato di aver somministrato "gocce del K.O" a una gran consigliera dei Verdi
L'ex granconsigliera di Zugo è accusata di diffamazione, calunnia e denuncia mendace
Il quotidiano zurighese era stato il primo a pubblicare nomi e foto dei protagonisti dello scandalo sessuale di Zugo
Jolanda Spiess-Hegglin sta preparando le querele nei confronti di chi ha insultato le giovani socialiste in topless
Il Consiglio della stampa ha sentenziato che per il caso Spiess-Hegglin è stato violato il codice deontologico
La granconsigliera, finita al centro di uno scandalo sessuale, lascia i Verdi per una battuta infelice sulla "droga dello stupratore"
La granconsigliera di Zugo chiede risarcimenti per gli articoli pubblicati dal quotidiano sullo scandalo sessuale che l'ha vista protagonista
Prosciolto, l'ex presidente dell'UDC di Zugo riceverà 27'042 franchi. Jolanda Spiess-Hegglin non capisce
Niente droga dello stupratore? Jolanda Spiess-Hegglin reagisce: "Se non sono state trovate sostanze, non significa che non siano state usate"
Prosciolto, l'ex presidente dell'UDC di Zugo riceverà 27'042 franchi. Jolanda Spiess-Hegglin non capisce
lI grancosigliere di Zugo sostiene che la deputata dei verdi avrebbe fatto intendere la sua colpevolezza nel corso di dichiarazioni pubbliche
Niente droga dello stupratore? Jolanda Spiess-Hegglin reagisce: "Se non sono state trovate sostanze, non significa che non siano state usate"
Sono stati resi noti i risultati delle analisi del sangue della granconsigliera Jolanda Spiess-Hegglin. Non vi sono tracce di GBL
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'