Accedi
Commenti

Ueli Maurer: "attacchi scioccanti"

Il presidente della Confederazione ha espresso le proprie condoglianze ai parenti delle vittime degli attentati in Nuova Zelanda

Il presidente della Confederazione Ueli Maurer ha manifestato le proprie condoglianze su Twitter ai parenti delle vittime degli attentati in Nuova Zelanda dicendosi scioccato. In precedenza anche i presidenti delle Camere federali avevano espresso un pensiero solidale e invocato la fine dell'odio religioso.

"Tutti i miei pensieri e la mia simpatia vanno alle vittime, alle loro famiglie e alla popolazione della Nuova Zelanda", ha twittato Maurer, definendo scioccanti gli attacchi a persone in preghiera. La Svizzera condanna tutti gli atti terroristici, ha sottolineato.

Stamani i presidenti del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati, la ticinese Marina Carobbio (PS) e il vallesano Jean-René Fournier (PPD), si sono pure detti "scioccati" per gli attentati odierni in due moschee di Christchurch.

"Stop a odio e violenza contro le religioni", hanno indicato in un tweet odierno del parlamento elvetico (@ParlCH). La presidente della Camera del popolo e il presidente di quella dei Cantoni hanno espresso il loro sostegno alle famiglie toccate e alla Nuova Zelanda.

Al momento il bilancio delle vittime è salito a 49, mentre i feriti sono 48. Non ci sono indizi di cittadini elvetici coinvolti nell'attentato, ha indicato il Dipartimento federale degli affari esteri all'agenzia Keystone-ATS. L'ambasciata svizzera a Wellington è in contatto con le autorità locali.

Keystone/ATS | 15 mar 2019 14:09

Articoli suggeriti
Brenton Tarrant pianificava gli attacchi da 2 anni. Il cordoglio dei leader mondiali
I presidenti delle Camere federali si dicono "scioccati" per gli attentati odierni contro due moschee in Nuova Zelanda
L'autore dell'attacco, trasmesso in diretta Facebook, è un cittadino australiano di 28 anni. Arrestati 3 uomini e una donna
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'