Accedi
Commenti

Pilatus, sotto la lente un appalto con Riad

Il DFAE apre un procedimento: non è stato informato su un contratto tra il costruttore aeronautico e la capitale saudita

Il costruttore aeronautico nidvaldese Pilatus ha concluso con Riad un contratto di manutenzione della flotta saudita di PC-21. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), che non era stato informato, sta esaminando il mandato: il fabbricante di aerei della Svizzera centrale potrebbe aver violato la Legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all'estero (LPSP).

Stando al rapporto annuale dello scorso anno di Pilatus, il contratto, che risale appunto al 2017, prevede la manutenzione per un periodo di cinque anni di 55 apparecchi stazionati nella capitale saudita Riad.

La società non ha informato il DFAE dell'appalto, hanno indicato oggi vari giornali dell'editore Tamedia. Il Dipartimento ha avuto solo recentemente conoscenza delle attività di Pilatus in Arabia Saudita "sulla base di proprie ricerche", ha indicato il DFAE, contattato da Keystone-ATS, confermando le informazioni di stampa.

Secondo il Dipartimento diretto da Ignazio Cassis, le prestazioni fornite da Pilatus corrispondono a un sostegno logistico a forze armate. Il DFAE sta esaminando i dettagli dell'intesa e ha aperto una procedura di notifica.

Redazione | 26 ott 2018 14:18

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'