Accedi
Commenti

Berna autorizza la gara di Formula-E

Il Governo cittadino ha dato il nullaosta per i bolidi elettrici il prossimo 22 giugno. Lugano per la prossima edizione?

Berna vuole mostrarsi al grande pubblico "quale città moderna e attrattiva nel cuore dell'Europa": per questo il governo cittadino ha autorizzato lo svolgimento del gran premio di Formula-E (Swiss E-Prix) il prossimo 22 giugno.

L'autorizzazione è però legata al rispetto di determinati criteri, ha spiegato l'esecutivo in un comunicato odierno. La città non fornirà contributi finanziari e gli organizzatori dovranno quindi accollarsi tutte le spese. La gara avrà luogo solamente in caso di approvazione da parte della Federazione internazionale dell'automobile (FIA).

Il Gran premio è considerato un'opportunità per la città e "allo stesso tempo un modo per sostenere la mobilità elettrica ed ecologica". Viste le lamentele espresse dai cittadini per la gara svoltasi quest'anno a Zurigo, Berna organizzerà un evento "il più possibile sostenibile": gli organizzatori dovranno garantire fra le altre cose l'accesso a tutti i quartieri.

A fine settembre il Municipio di Lugano - altra città inizialmente in lista per lo Swiss E-Prix - ha rinunciato ad organizzare l'evento, in particolare a causa del maggiore interesse dimostrato dagli organizzatori per Berna. Lugano resta comunque disponibile a valutare candidature future.

Keystone-ATS | 12 ott 2018 14:08

Articoli suggeriti
Dallo studio di fattibilità è emerso che la certezza di poter organizzare l’evento in città non è data
La città sulla Limmat ha già troppi eventi. Gli organizzatori puntano sulla capitale, Ma Lugano non vuole rinunciare
I promotori hanno incontrato il Municipio per cercare di portare i bolidi elettrici in riva al Ceresio nel 2019
A imporsi sul circuito di 2,46 chilometri tra le strade del quartiere di Enge è stato il brasiliano Lucas Di Grassi
Tiziano Galeazzi: "Ancora una volta la dimostrazione che a Lugano manca un vero management per gli eventi coordinati"
Il presidente di GastroTicino lancia una frecciatina sulle offerte turistiche ticinesi
Mancano ormai soltanto alcune autorizzazioni puramente formali
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'