Accedi
Commenti 10

"Bambini svizzeri utilizzati per la propaganda di Erdogan?"

È polemica Oltralpe su una rappresentazione teatrale con scolari di 6 anni che hanno inscenato la campagna di Gallipoli

È polemica a Uttwil,(TG) per uno ‘spettacolo teatrale’ scolastico andato in scena il 25 marzo scorso. Gli attori, infatti, sono ragazzini turchi di appena sei anni che hanno dovuto inscenare una delle tante battaglie della Campagna di Gallipoli, uno dei più sanguinosi sbarchi della storia militare.

Vestiti di tutto punto con le uniformi ottomane dell’epoca, i ragazzini hanno impugnato mitra giocattolo e rievocato davanti a diverse centinaia di spettatori della Mehrzweckhalle uno dei tanti scontri con le truppe del Commonwealth, con tanto di ‘cadaveri’ ricoperti dal vessillo turco.

La rappresentazione, scrive il SonntagsBlick, è stata organizzata dalla scuola turca di San Gallo nell’ambito delle Lezioni di lingua e cultura del paese d’origine (HSK) previsto dagli istituti scolastici.

Non tutti, però, hanno gradito il ‘martirio’ inscenato dai piccoli scolari e il quotidiano zurighese ha parlato senza mezzi termini di “propaganda sotto l’egida del premier Recep Tayyip Erdogan“. E non si tratta di un caso isolato…

Redazione | 6 mag 2018 11:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'